Cronaca

Artena, Felicetto Angelini: “il recupero del centro storico la scommessa che segnerà la nostra amministrazione”

Il centro storico di Artena al centro dell'agenda politica del candidato sindaco della lista Insieme Artena Rinasce Felicetto Angelini. Martedì sera c'è stato un incontro molto sentito nella sala parrocchiale della chiesa Santa Croce in pieno...

Il centro storico di Artena al centro dell'agenda politica del candidato sindaco della lista Insieme Artena Rinasce Felicetto Angelini. Martedì sera c'è stato un incontro molto sentito nella sala parrocchiale della chiesa Santa Croce in pieno centro, con i candidati della zona il Dott. Alfonso De Angelis medico dell'ospedale di Colleferro e Costanzo Pompa. Il centro storico di Artena, uno dei più grandi d'Europa, è stato per troppi anni abbandonato ed oggi i problemi da risolvere per gli oltre mille abitanti che vi abitano sono tanti.

Un incontro dove i cittadini hanno partecipato in maniera molto attiva con molte richieste come quella di una maggior sicurezza, di un vigile più presente e di una maggiore cura del Centro storico.

"Il centro storico sarà la scommessa che segnerà la

Nostra amministrazione - cosi ha esordito il dott. Felicetto Angelini - e prima di tutto bisogna recuperare le case e poi valorizzarle. Sin da subito mi mobiliterò, una volta eletto sindaco, con i vigili per fare un censimento nell'intero centro storico per vedere chi c'è nelle case e cosa fa. Il cittadino deve essere partecipe di questo cambiamento in maniera organica. La scommessa è quella di chiudere la stradina di fuor di porta alle auto e renderla una zona pedonale attrezzata. Una piazzetta con la strada allargata dove poter socializzare. In tre anni l'amministrazione Petrichella ha lasciato quattro milioni di euro di debiti ed ha fatto fallire (caso più unico che raro) la farmacia comunale. Noi vorremmo un'amministrazione con una minoranza molto partecipe. L'amministrazione condivisa dei beni in comune con il censimento delle persone e dei siti o delle case che il comune poi dovrà recuperare con la collaborazione dei cittadini. Bisogna sburocratizzare tutte le pratiche e bisogna concretamente far riaprire le attività commerciali. Basta cementificazione con il 70 percento delle case vuote, fatti troppi progetti ASP che hanno consumato in modo dissennato del territorio. I parcheggi a pagamento verranno tolti sin da subito perché per guadagnare due spiccioli si è persa la dignità. Il parcheggio multipiano che costa 12 milioni di euro e già trecento mila euro solo di progettazione è uno scandalo che ovviamente non porteremo avanti. Ad Artena, negli ultimi anni, hanno lavorato le stesse poche ditte e lo stesso geometra e questo modo di fare lo supereremo. Hanno affidato lavori con ribassi ridicoli. Importanza del coinvolgimento dei giovani con la consulta dei giovani che partecipi alla vita attiva del nostro paese non sono progetti faraonici ma concreti. Oggi sono gli stessi che hanno distrutto Artena che si stanno rinfilando nelle altre liste. Faremo una lista con ben 8 donne su 16 con soli 4-5 già amministratori per riavviare la macchina amministrativa. Tutti insieme possiamo far rinascere Artena non esiste un uomo solo al comando. Per questo vi chiediamo il voto Il dott. Alfonso De Angelis ha sottolineato l'importanza dell'ascolto delle esigenze dei cittadini: "In questa fase vogliamo ascoltare le vostre richieste. Vogliamo ridare lustro al nostro paese con progetti concreti e non faraonici. Ci vuole un consigliere che faccia solo questo che abbia la delega al centro storico e che ci metta la faccia e che trovi finanziamenti tramite la comunità europea". Costanzo Pompa ha evidenziato l'amore che ha per la sua città e per il centro storico. "Io mi impegnerò come fece mio fratello Francesco che fece portare il metano e l'acqua nel centro storico sarò sempre disponibile e spero che il comitato cittadino che si creerà che abbia buoni rapporti con noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artena, Felicetto Angelini: “il recupero del centro storico la scommessa che segnerà la nostra amministrazione”

FrosinoneToday è in caricamento