rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Pignataro Interamna

Cassinate, imbottisce di barbiturici i suoi tre cani perché troppo vivaci, denunciata

A finire nei guai una 43enne di Pignataro che per mesi ha presentato false ricette mediche per poter acquistare i pericolosi medicinali. L'indagine partita grazie alla segnalazione di veterinario e farmacia

Ha fatto mangiare ai suoi tre cani cibo e barbiturici. Per tenerli calmi, perché troppo vivaci. Una donna di 43 anni, residente a Pignataro Interamna, nel sud della provincia di Frosinone, è stata incastrata dai Carabinieri di San Giorgioa a Liri e a seguito di una rapida e precisa indagine partita dopo la denuncia di un veterinario e di una farmacista. In pratica la donna, che ora dovrà rispondere di “truffa e falsità materiale commessa dal privato”, dallo scorso gennaio, con la presentazione di falsificazione di 10 prescrizioni mediche, a firma del veterinario si riforniva, presso la farmacia dalla quale è partita la segnalazione, di un medicinale denominato “Gardenale”, rientrante nella categoria dei barbiturici, per il cui acquisto è obbligatoria la prescrizione medica.

L'assurda spiegazione

I carabinieri sono riusciti a scoprire che quelle ricette erano false, riprodotte digitalmente partendo da una vecchia prescrizione. Per questo hanno deciso di passare all'azione ed hanno bloccato la donna proprio all'interno della farmacia mentre presentava una ulteriore falsa richiesta di medicinali. Tutte le prescrizioni mediche sono state sottoposte a sequestro e nei confronti della 43enne è stata elevata anche una contravvenzione poiché si trovava in un comune diverso dalla propria residenza senza fornire una plausibile giustificazione, violando le vigenti prescrizioni imposte dal Decreto Legge 25 marzo 2020 nr. 19 - emergenza epidemiologica da Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassinate, imbottisce di barbiturici i suoi tre cani perché troppo vivaci, denunciata

FrosinoneToday è in caricamento