Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Cassino, detenuto dà fuoco alla propria cella. Due agenti intossicati

Ancora un episodio di cronaca nella casa circondariale San Domenico. La denuncia della Cisl Fns Lazio

Il carcere di Cassino

Il carcere di Cassino torna al centro dell'attenzione con l'ennesimo episodio di cronaca. Ieri sera un detenuto straniero avrebbe dato fuoco alla propria cella. I due agenti immediatamente intervenuti per spegnere le fiamme sono rimasti intossicati. Per loro sono state necessarie le cure del pronto soccorso del vicino ospedale; sono stati poi dimessi con una prognosi di 5 giorni. Il detenuto è stato denunciato all'Autorità giudiziaria. A segnalare l'accaduto è Massimo Costantino, segretario generale aggiunto Cisl Fns Lazio che ribadisce la situazione d'emergenza dovuta al sovraffollamento che riguarda gli istituti penitenziali del Lazio e della provincia di Frosinone. Il carcere di Cassino registra infatti un surplus di 70 detenuti mentre quello di Frosinone conta un in più di ben 116 unità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, detenuto dà fuoco alla propria cella. Due agenti intossicati

FrosinoneToday è in caricamento