Cronaca Cassino

Cassino, la dirigente del liceo classico 'Carducci' replica a Dragonetti: è facile cavalcare l'onda senza informarsi

Il botta e risposta di Filomena De Vincenzo arriva dopo la notizia che lo storico liceo verrà 'fuso' con il liceo delle Scienze Umane e Pedagogico 'Marco Terenzio Varrone' per carenza di iscritti e per decisione della Regione Lazio

Dal dirigente scolastico del liceo 'Carducci' di Cassino, Filomena De Vincenzo riceviamo e pubblichiamo la seguente nota: In relazione all’articolo pubblicato sul quotidiano on-line riportanti le dichiarazioni dell'esponente  politico Niki Dragonetti dal titolo “Cassino, il liceo classico 'Carducci' accorpato al Magistrale: "cancellati centoventi anni di storia e di formazione", si chiarisce quanto segue:

1) Gli “accorpamenti” scolastici sono prerogativa della Regione Lazio, che annualmente li valuta, attraverso una specifica procedura.

2) A tutt’oggi, non si è avuta dalla Regione Lazio alcuna informazione ufficiale di accorpamento del Liceo
Classico “Carducci” con il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “Varrone”, il quale, peraltro, ormai da diversi anni, non è più il “Magistrale”.

3) Il Liceo Classico “Carducci” aveva perso la presidenza, già quattro anni fa, a causa di un numero di studenti inferiore a 600. Come si dirà oltre, la Dirigenza, il Collegio Docenti e gli studenti del Liceo Classico “Carducci” si sono mossi per tempo, al fine di evitare tale temuto accorpamento. Pertanto, coloro che oggi si esprimono in maniera verbalmente violenta, additando responsabilità in maniera del tutto acritica, dimostrano di aver a lungo trascurato di interessarsi al problema, cavalcando l’onda emotiva di un accorpamento, ormai a cose fatte (se effettivamente tale è stata la decisione della Regione Lazio).

4) Le Linee Guida della Programmazione della Rete scolastica della regione Lazio, al punto 2.7, prevedono
per il Licei Classici azioni volte al recupero di iscritti, per evitare gli accorpamenti con altri IIS. Infatti “I Licei classici che aderiranno alle iniziative descritte potranno fruire di apposite e temporanee deroghe ai parametri numerici ordinari di dimensionamento (numero di alunni, consolidato e prevedibilmente stabile almeno per un quinquennio, compreso tra 600 e 1200, con media regionale tendenzialmente di 900 alunni) allo scopo di intraprendere un programma triennale di recupero delle iscrizioni”. Il Liceo Classico “Carducci” ha aderito a progetti specifici, ma, dopo un triennio, il numero degli studenti non ha comunque raggiunto le 600 unità minime previste. Pertanto, la Regione Lazio potrebbe, a questo punto, decidere l’accorpamento.

5) La progettualità attivata in tutti questi anni coinvolge tutte le componenti scolastiche del Liceo, pertanto risulta surrettizio accusare la dirigenza, quasi che vi sia un interesse personale (del tutto senza senso) nello spingere verso l’accorpamento dei due Istituti.

6) Il Consiglio d’Istituto del Liceo Classico Carducci, nella seduta del 30/10/2017, al punto 1 “Dimensionamento scolastico 2018/19” si è cosi espresso: “La Presidente [del Consiglio d’Istituto] invita la Dirigente Scolastica a relazionare in merito. La Dirigente Scolastica riferisce al consiglio gli esiti dell’incontro svoltosi nella sede della Provincia, a Frosinone, lo scorso 24/10/2017 e avente in oggetto il Dimensionamento Scolastico a.s. 2018/2019. La Dirigente ricorda le linee guida del Liceo Classico che, ai sensi dell’articolo 2, comma 7, consentono a Questa Istituzione Scolastica di mantenere l’autonomia anche per l’anno scolastico 2018/2019. Illustra le proposte esaminate nel corso della riunione del 24/10/2017. Il Consiglio d’Istituto, sentita la relazione della Dirigente Scolastica, considerata l’opportunità di mantenere l’autonomia per l’anno scolastico 2018/2019, dopo ampio dibattito, all’unanimità dei presenti, DELIBERA n. 49, di mantenere l’autonomia per l’anno scolastico 2018/2019, ai sensi dell’articolo 2 comma 7, delle Linee Guida del Liceo Classico. In subordine, nella denegata ipotesi di dimensionamento atto alla costituzione di poli scolastici, il Consiglio d’Istituto avanza la proposta di creazione del polo umanistico del Liceo Classico “Carducci” e del Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “M. T. Varrone”.

Pertanto, si deduce l’intenzione della Dirigenza e del Consiglio d’Istituto di conservare l’autonomia. Realisticamente, nell’ipotesi di accorpamento, propone la creazione di un Polo umanistico con una scuola con contenuti educativi simili al Liceo Classico, senza proporre alcuna “prevaricazione” del Liceo “Varrone” sul Liceo “Carducci”. Ciò detto, si chiede di voler rettificare le informazioni contenute nell’articolo succitato, evidenziando le ragioni di coloro che si sono attivamente spesi, in questi quattro anni, per conservare l’autonomia del Liceo Classico “Carducci” e che si sentono profondamente offesi da accuse ingiustificate e denigranti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, la dirigente del liceo classico 'Carducci' replica a Dragonetti: è facile cavalcare l'onda senza informarsi

FrosinoneToday è in caricamento