Cassino, era ai domiciliari ma continuava a spacciare, arrestato 25enne

Continuava la sua proficua attività di spaccio nonostante la misura restrittiva. Trovato in casa con 70 grammi di droga e 1500 euro

Nella giornata di ieri, la polizia giudiziaria del Commissariato di P.S., in collaborazione con le unità antidroga della Squadra Cinofili della Polizia di Stato di Fiumicino, come ogni settimana hanno svolto servizi preventivi e di contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti, effettuando vari controlli, con particolare riguardo alle aree cittadine dove è più alta la frequentazione di soggetti dediti allo spaccio.

L'attività in casa

Nel corso di tali attività, gli agenti hanno effettuato anche una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di un 25enne di origini campane, noto alle forze dell’ordine, poichè sottoposto agli arresti domiciliari a Cassino, per reati connessi alle sostenze stupefacenti. La misura restrittiva, però, non aveva evidentemente scoraggiato il ragazzo, che si era organizzato all’interno della propria abitazione, per proseguire la proficua attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga e denaro rinvenuti

Difatti la perquisizione, svolta con l’ausilio del cane antidroga, ha permesso il rinvenimento ed il sequestro di 70 grammi di hashish, di un bilancino di precisione e di un coltello, ancora sporco di hashish, poichè usato per ricavare le single dosi dal panetto di droga. In sequestro è caduta anche la somma di 1500 euro trovata in suo possesso e ritenuta provento dello spaccio. Infatti, ogni grammo di hashish viene normalmente ceduto sul mercato locale ad una cifra che si aggira tra i 10 ed i 15 euro, pertanto la quantità di droga sequestrata avrebbe fruttato altre 1000 euro circa. Considerata la reiterazione della condotta illecita, il magistrato di turno dottoressa Siravo, ha disposto che il giovane tratto in arresto fosse condotto in carcere, visto che nemmeno gli arresti domiciliari lo avevano fatto desistere dalla sua attività di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento