menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceprano, c'è un indagato per la morte del piccolo Domenico Alfano e del nonno

Si tratta di un giovane romano che viaggiava lungo la corsia dell'A1 al momento dello schianto dello scooter contro lo spartitraffico. In corso accertamenti sull'auto.

C'è un indagato per la tragica morte di nonno e nipote avvenuta nella mattinata di lunedì 17 agosto lungo la corsia sud dell'A1 nel tratto compreso tra Cassino e Caianello. A perdere la vita sono stati Domenico Alfano di 68 anni e suo nipote Domenico junior di 12 anni. Entrambi viaggiavano su un maxi scooter e da Ceprano, dove viveva il bambino, erano diretti ad Angri in provincia di Salerno, paese di residenza della famiglia paterna. A finire nel mirino della Procura di Santa Maria Capua Vetere è stato un giovane automobilista romano di trentadue anni che si è fermato a qualche chilometro di distanza dal punto dell'incidente ed ha chiesto l'intervento della Polizia Stradale della sottosezione A1 du Cassino, sostenendo che la sua auto, un'Alfa Giulietta presentava dei danni compatibli con una collisione. La berlina è stata sequestrata e lui è finito nel registro degli indagati: dovrà rispondere di omicidio stradale.

I funerali

Nella giornata di ieri presso l'Istituto di Santa Maria Capua Vetere si sono svolti gli esami medico legali e una volta completati il magistrato ha dato il nulla osta per i funerali che dovrebbero ad Angri per l'anziano ed a Ceprano per il bimbo. La notizia del decesso del bimbo ha lasciato sconvolta l'intera comunità cepranese dove Domenico era integrato e dove aveva tanti amici. Anche a San Giovanni Incarico dove il piccolo frequentava la scuola calcio solo lacrime e dolore tra gli amichetti e lo staff della società sportiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento