Ceprano, notte di tensione. Fuoco e sassi contro il centro di accoglienza. Immigrati bloccano la strada

Verso le 2 è andata in scena la protesta in via Domenico Passionisti con il blocco delle auto che procedevano verso le case popolari. Sul posto i carabinieri

Notte di tensione a Ceprano sulla strada che porta alle case ATER (ex case popolari). Un gruppo di extracomunitari, una ventina circa, verso le 2 “armati” di bombole del gas, sedie ed altri oggetti hanno bloccato via Domenico Passionisti ed hanno impedito l’accesso alle auto.

L’intervento dei carabinieri

Sul posto si sono prontamente portati i carabinieri della locale stazione che hanno cercato di riportare alla normalità la situazione. Il tutto sarebbe scaturito come una sorta di ritorsione in quanto, nelle ore precedenti, ignoti avevano lanciato alcuni sassi sulle vetrate del centro di accoglienza rompendo dei vetri e dando fuoco ad un tappetino davanti ad un portone. Per fortuna non ci sono stati feriti. Dopo le proteste dei giorni scorsi nei centri a nord Ciociaria un altro brutto episodio sul quale va fatta chiarezza quanto prima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In aggiornamento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento