Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Fermato sull'A1 ed espulso dall'Italia: finita la clandestinità per un pericoloso cittadino albanese

L'uomo, di 31 anni, era stato condannato per concorso nel reato di sfruttamento ed induzione alla prostituzione

Nuova espulsione dall'Italia. Questa volta ad essere accompagnato all'aeroporto di Fiumicino direzione Albania, è stato un 31enne, albanese per l'appunto, che è stato fermato la scorsa notte dagli agenti della Polizia Stradale di Cassino sull'A1 nel territorio di San Vittore del Lazio. A bordo dell'auto, con targa italiana, stavano viaggiando 4 persone: due di nazionalità albanese e due rumena. Gli agenti hanno provveduto ad identificare i passeggeri attraverso la consultazione delle banche dati ed archivi informatici del Ministero dell'Interno.

Condanna per delitti di allarme sociale

Dalle verifiche è emerso che il conducente, il 31enne albanese, aveva a carico una nota di rintraccio da parte dell'Ufficio di Sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere che aveva disposto l'esecuzione di sicurezza dell'espulsione. L'uomo era stato condannato per concorso nel reato di sfruttamento ed induzione alla prostituzione. Delitti di spiccato allarme sociale. Al termine degli adempimenti di rito, di concerto con l'Ufficio Immigrazione della locale Questura, il 31enne è stato imbarcato sul volo per l'Albania. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato sull'A1 ed espulso dall'Italia: finita la clandestinità per un pericoloso cittadino albanese

FrosinoneToday è in caricamento