Colleferro, Sanna incontra la gente ed "avverte" Zingaretti e Buschini; pronti a tutto contro il revamping

Davanti a un buon numero di auditori si è tenuto Sabato 5 Agosto, presso la sala Konver di Colleferro, il “comizio” estivo del primo cittadino di Colleferro Sanna che ha voluto fare un bilancio sull’attività amministrativa svolta negli ultimi due...

20170805_202724

Davanti a un buon numero di auditori si è tenuto Sabato 5 Agosto, presso la sala Konver di Colleferro, il “comizio” estivo del primo cittadino di Colleferro Sanna che ha voluto fare un bilancio sull’attività amministrativa svolta negli ultimi due anni di carica sugli obiettivi realizzati e quelli da raggiungere.

Come era facile immaginare nelle previsioni molto sentiti sono stati i temi ambientali ed ovviamente il primo cittadino colleferrino ha confermato il No al Revamping degli impianti di Colle Sughero ("Questa città non sarà più la città della inceneritori e se non lo capiranno e se vorranno andare avanti, troveranno fisicamente noi sindaci con le fascie tricolore davanti alle ruspe, agli scavatori, ai cantieri fino a quando non si fermano. L’unico modo per fare il revamping è che caricano i sindaci e ci portano a Velletri”), nonostante le parole di qualche giorno fa del presidente Zingaretti e dell'assessore all'ambiente Buschini che hanno confermato che il revamping si farà in tutti gli impianti del Lazio. Revamping inteso come trasformazione in fabbrica di riuso dei materiali e nei prossimi mesi arriveranno anche i primi atti amministrativi.

Inoltre, Sanna ha promesso davanti a una sala piena, nonostante fosse, il primo sabato di un caldo agosto, che la discarica chiuderà entro 31 dicembre 2019 e sarà lui di persona a tirare giù la catena e mettere il lucchetto.

Dopo la proiezione di un video di presentazione che ha raccontato i primi cambiamenti della città, Sanna ha iniziato il discorso ringraziando tutto il suo gruppo di lavoro presente presente sala: ”Noi siamo stati eletti dal popolo non abbiamo vinto un concorso quindi sentiamo la necessità di tener conto a chi ci ha votato. Il confronto è alla base di tutto, davanti a persone vive non dietro a uno schermo”.

Cinque sono stati i punti affrontati: lavori pubblici, sport, rilancio economico della città, trasparenza amministrativa e gestione sana dell’Ente, e per ultimo l’ambiente.

Un programma intenso che per i prossimi mesi vedrà la cittadina di Colleferro un cantiere aperto, da agosto fino a Natale, per dare un aspetto migliore alla viabilità, rafforzando il senso di comunità e di appartenenza.

I lavori prevedono: la messa insicurezza dei plessi scolastici, progetti di efficientamento energetico, la riqualificazione e mantenimento del patrimonio arboreo pubblico, rifacimento del manto stradale. Parcometri installati ad ottobre, ampliamento del cimitero comunale stile americano, opere a scomputo per i lavori dei via dei Pioppi, via Traiana, e IV km da parte dei privati e rigenerazione al boschetto di via Santa Barbara.

Un altro sentito ed importante argomento è stato quello dello Sport. In questi due anni l’amministrazione Sanna sostiene di non essersi mai fermata, ma allora come mai dal 28 aprile, data in cui si era detto che in 30gg sarebbero stati pronti i bandi di gara per la gestione degli impianti sportivi comunali, invece dopo una proroga siamo arrivati alla pubblicazione sull'albo pretorio solo alcuni giorni fa, i primi di agosto 4 mesi dopo il famoso consiglio comunale?

“I tempi lunghi impiegati per elaborazione e la gestione degli bandi sono stati determinati da diversi fattori. Molto tempo è passato è vero - spiega il Sindaco - ma non per la nostra lentezza amministrativa. La ginnastica Agora ha impugnato il regolamento davanti al tar e prima di attendere la decisione nel merito del tribunale amministrativo del Lazio ha chiesto la sospensiva e per queste ragioni il comune non ha potuto pubblicare i bandi per gli impianti fino a che il tribunale non ha respinto la sospensiva. Il bando del calcio e del rugby sono usciti ieri, sono sull’albo pretorio. Abbiamo semplicemente ristabilito le regole e prima di Natale verranno pubblicati gli altri. Il Comune è a favore dello sport, ma non vuole ripetere gli errori del passato, non permettiamo a nessuno di lucrare sullo sport per questo non vogliamo i privati. I cittadini di Colleferro potranno continuare a fare sport nonostante il terrorismo psicologico che alcune persone hanno creato in questi ultimi mesi". Secondo le aspettative della nuova amministrazione la città sembrerebbe diventare un paese futuristico. I cittadini con il cambiamento radicale della città potrebbero assistere a un evento storico. I progetti sono tanti, e di fondamentale importanza oltre a quelli appena elencati a ottobre nascerà un nuovo consorzio per la gestione dei rifiuti che andrà a sostituire Lazio Ambiente che chiuderà il prossimo 31 dicembre 2017 ed inoltre, la scuola la Flora Barbieri non chiuderà. A fine agosto verranno asfaltati quattro lotti importanti. Lo Scalo diventerà una perla, visto che è stato il quartiere più martoriato della città grazie alla ristrutturazione dell’Auditorium. Tra i progetti ci sarà anche l’apertura di una nuova farmacia comunale, la seconda. Riguardo i piani artigianali nasceranno due piani diversi dove non ci sarà un presidente ma saranno gli stessi commercianti ed artigiani a gestirlo.

Solo il tempo saprà dirci se le promesse fatte dal Sindaco Sanna in questa calda giornata di agosto verranno mantenute, noi come sempre vi terremo aggiornati.

Ka. Pia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento