Migliaia di persone ai funerali di Claudio Donati, 31 anni, collaudatore della Maserati

È stata una mattinata straziante quella che si è vissuta nella chiesa di San Nicola

È arrivato all’una di notte il cadavere del giovane Claudio Donati, 31 anni, figlio dell’agricoltore di Paliano, Mariano deceduto mentre provava un prototipo di una nuova Maserati sulla pista di Balocco ( Vercelli), dove svolgeva il lavoro di collaudatore.

I funerali di Claudio

I funerali questa mattina a Colonna dove vivevano i due affranti genitori, che hanno accompagnato il feretro del giovane da Modena alla chiesa di San Nicola a Colonna, vegliata fino a questa mattina dai parenti più stretti, e dove questa mattina, insieme a non meno di 2.000 persone, sono stati celebrati i funerali da Don Enrico, che nell’omelia ha avuto parole di conforto per i genitori, i quali per la seconda volta vivono la tragedia della scomparsa di un figlio, la prima avvenuta una ventina di anni fa per un malore improvviso a soli 5 anni il bambino che stava crescendo. Oggi, questa nuova tragedia, che ha gettato nello sconforto le due cittadine di Paliano e Colonna dove i genitori vivevano con la loro attività, e la loro abitazione. La mamma, peraltro confortata anche dagli alunni, venuti in massa al funerale di Claudio, insieme  al sindaco della cittadina, che ha perso uno dei migliori figli, al presidente Nazionale dell’Unaprol Massimo Gargano, dell’on. Renzo Carella, dell’ex sindaco di Palestrina Marchetti dell’ex assessore alla cultura del Comune di Roma, ma soprattutto di tanti amici e parenti,  dell’intero paese e degli operai, che di volta in volta si sono avvicendati nell’azienda di Paliano e che oggi si sono voluti stringere per l’ultimo caloroso abbraccio a Claudio.IMG_20171223_114832_resized_20171223_011406108-2-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una tragedia immane non facile da dimenticare

Quindi, una tragedia immane, che non si augura a nessuno. Purtroppo, nemmeno le lettere degli amici hanno stemperato l’ambiente cupo. Poi l’estremo saluto con il feretro, contenuto dentro una bara di noce chiaro e il cuscino di fiori bianchi della moglie Francesca, sorretta dalla suocera hanno fatto l’ultimo viaggio nel cimitero, dove Claudio ha raggiunto il fratellino, che aveva conosciuto da piccolo e che sicuramente oggi si saranno incontrati nel più alto dei cieli. Ma chi è capace di consolare una madre che ha visto morire due figli. Solamente una fede forte può consolare la madre ed i parenti tutti ai quali rinnoviamo le nostre sentite  condoglianze                                                                                                    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento