Cronaca

Coreno Ausonio, Domenico Parente finisce con lo scooter in una scarpata e muore

L'operaio FCA di 62 anni stava percorrendo via Serra alla periferia del paese quando è stato notato da una passante mentre sbandava e finiva tra i rovi. Inutile ogni soccorso. Sul posto anche un'eliambulanza

E' finito con lo scooter in una scarpata ed è morto. Domenico Parente, operaio FCA di 62 anni, è deceduto nel tardo pomeriggio di ieri in via Serra alla periferia di Coreno Ausonio nel sud della provincia di Frosinone. L'uomo, conosciuto e stimato da tutti in paese, stava percorrendo la strada in sella a suo due ruote quando, forse per un malore, forse per un momento di distrazione, ha perso il controllo finendo in una scarpata.

La testimonianza

L'intera scena è stata notata da una passante che ha immediatamente dato l'allarme. Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino, i medici dell'Ares 118, un'eliambulanza ed i carabinieri della stazione di San Giorgio a Liri e i colleghi della Compagnia di Pontecorvo diretti dal capitano Tamara Nicolai. Ogni tentativo di rianimare l'uomo è stato inutile. Il magistrato di turno Valentina Maisto ha disposto che la salma di Domenico Parente venga sottoposta ad autopsia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coreno Ausonio, Domenico Parente finisce con lo scooter in una scarpata e muore

FrosinoneToday è in caricamento