Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Disastro annunciato: crolla il ponte sulla SS36, un morto e 4 feriti

Un disastro annunciato, a quanto sembra. Ieri mattina una corsia della superstrada, la statale 36 pare fosse già stata chiusa al traffico. Almeno così segnalano alcune autorevoli fonti. Ma nessuno avrebbe provveduto a verificare le condizioni...

Un disastro annunciato, a quanto sembra. Ieri mattina una corsia della superstrada, la statale 36 pare fosse già stata chiusa al traffico. Almeno così segnalano alcune autorevoli fonti. Ma nessuno avrebbe provveduto a verificare le condizioni effettive del viadotto. Il crollo attorno alle 17 di ieri, venerdì 28 ottobre, proprio durante una delle ore di maggiore traffico.

Già alle 15 dei calcinacci si sono staccati dal ponte, Anas si è interessata dell'episodio ma non è stato ritenuto necessario chiudere le due strade.

Il ponte avrebbe ceduto al passaggio di un camion, crollando sopra alle auto che transitavano nella corsia sud della statale 36 proprio in un orario di grande traffico. Più vetture sono state colpite dai detriti ma c'è apprensione per l'automobilista rimasto schiacciato dal tir.

Hanno lavorato tutta notte gli operai incaricati da Anas, con il supporto dei Vigili del Fuoco intervenuti con più mezzi, per sgombrare la scena del terribile crollo del ponte: ad Annone stanno tuttora proseguendo gli interventi per liberare la statale 36 dalle macerie del cavalcavia

L'intervento più delicato è stato quello del recupero del corpo del civatese Claudio Bertini, estratto dalla sua Audi bianca intorno alle 2.30 di questa notte, rimasta schiacciata dal peso dei lastroni in cemento. Prima ancora era stata recuperata e con una gru la vettura sulla quale viaggiava la famigliola di Mandello, feriti ma fortunatamente non gravi. Rimossa anche la carcassa del camion della ditta Nicoli Trasporti di Albino (BG), che trasportava acciaio e diretto presso azienda della zona, precipitato insieme al viadotto.

Nel frattempo, in direzione Lecco, è stata istituita l'uscita obbligatoria a Nibionno, ritenuto più agevole per convogliare il traffico in vista anche delle festività del 1 novembre, per il possibile aggravio di flussi viabilistici. Dalla parte opposta, in direzione Milano, uscendo dal tunnel del Monte Barro si è obbligati a svoltare per Suello.

"Siamo sul posto con i nostri agenti, la sezione di Seregno sta effettuando i propri rilievi - ha spiegato il comandante della Polstrada di Lecco, Mauro Livolsi - Stiamo gestendo la viabilità e costretti anche ad allontanare i curiosi che si avvicinano a piedi al ponte".

Sul posto, insieme ad Anas, operano al momento due squadre dei Vigili del Fuoco, due ditte specializzate nel taglio del cemento, presenti anche i Carabinieri.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disastro annunciato: crolla il ponte sulla SS36, un morto e 4 feriti

FrosinoneToday è in caricamento