menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassinate, schianto mortale lungo la superstrada: la vittima è Jlenia Macari

La donna di quarantasei anni viveva ad Esperia. La sua Citroen è rimasta coinvolta in una carambola d'auto a Minturno. Lo stesso tragico destino del fratello maggiore Edmondo deceduto anni fa

E' Jlenia Macari la donna di 46 anni residente ad Esperia e deceduta nel tragico incidente stradale avvenuto, nella serata di mercoledì 29 gennaio, lungo la superstrada Cassino-Formia in territorio di Minturno. Una carambola che ha visto coinvolte tre vetture e nella quale la bella e brava commessa esperiana ha avuto la peggio. Viaggiava a bordo di una Citroen C1 quando per cause ancora in fase di accertamento da parte dei Carabinieri del Gruppo di Formia e della stazione di Minturno, l'utilitaria francese condotta Jlenia Macari si è scontrata con un'Audi A 4 e una Volswagen Tuareg.

Le immagini dello schianto

I feriti

I conducenti delle rispettive auto sono rimasti feriti in maniera lieve. Si tratta di un infermiere e consigliere comunale di Spigno Saturnia che era alla guida della berlina tedesca e un uomo di origini straniere residente a Formia. L'impatto, violentissimo, si è verificato poco dopo le venti nei pressi dello svincolo per Minturno. Sul posto oltre che i militari del maggiore David Pirrera e del tenente Massimo Milano anche i Vigili del Fuoco del distaccamento di Santi Cosma e Damiano. 

La doppia tragedia

Jlenia Macari, molto conosciuta ad Esperia e Cassino dove aveva frequentato il liceo classico 'Giosuè Carducci' e aveva lavorato nel centro commerciale Panorama, potrebbe essere rimasta vittima di un malore ma questo aspetto è in fase di accertamento da parte del magistrato della Procura di Cassino, Chiara D'Orefice. La famiglia Macari diversi anni fa è stata piegata da un altro, ingiusto, dolore: quello della morte, sempre per incidente stradale e sempre lungo la superstrada Cassino-Formia, del fratello della povera Jlenia, l'allora ventenne Edmondo. Oggi quello stesso dolore lascia nuovamente annichili i genitori e le sorella di Jlenia ed Edmondo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento