Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Il serbo Rade Nikolic era andato a fare visita ad un parente al campo rom di Secondigliano (Napoli) e da qui ha fatto perdere le sue tracce

Altro che semplice visita di cortesia era un piano vero e proprio per scappare dal carcere di Frosinone. Stiamo parlando del pericoloso pregiudicato Rade Nikolic (foto in alto) che nelle ore scorse si è dato alla fuga eludendo la sorveglianza nel corso di un permesso concesso per far visita a un familiare nel campo rom di Secondigliano (Napoli). Ne dà notizia il segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria Aldo Di Giacomo.

Il detenuto, che ora è ricercato dalle forze dell'ordine, si chiama, appunto, Rade Nikolic ed è nato in Serbia, ed ha 38 anni. È stato recluso anche nel carcere di Secondigliano, ma a causa della sua pericolosità e per un fondato pericolo di fuga, gli vennero sospesi i permessi. "Il pericolo detenuto - riferisce Di Giacomo - era scortato da sette uomini, quattro del carcere di Frosinone da cui era stato tradotto, e tre di supporto dal carcere di Secondigliano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle prime indiscrezioni parrebbe che nel campo rom sia stato inscenato un malore a un bimbo per consentire al detenuto di darsela a gambe. È ora di smetterla con questo buonismo nella concessione di permessi dai quali scaturisce un elevato indice di evasione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento