Luciana Martinelli, una morte avvolta nel mistero. Troppe le cose che non tornano

L'autopsia effettuata sul corpo della giovane di Frosinone ricondurrebbe il decesso al giorno della scomparsa, eppure sono tanti i testimoni che raccontano di averla vista nei giorni successivi. Gli inquirenti, comunque, non escludono nessuna pista

La trasmissione Rai 'Chi l'ha visto?' è tornata sul giallo della morte di Luciana Martinelli, la giovane insegnante di inglese originaria di Frosinone, scomparsa a Roma all'alba del 4 aprile scorso. Il corpo della 27enne è stato rinvenuto il 19 aprile nelle acque del Tevere incastrato tra i rami.

La ricostruzione dalla scomparsa al ritrovamento di Luciana Martinelli

Nel programma condotto da Federica Sciarelli, andato in onda su Rai 3 mercoledì 22 aprile, sono stati ripercorsi i 16 giorni di ricerche di Luciana, da quando è uscita di casa facendo perdere le sue tracce, al giorno della tragica scoperta. Un lasso di tempo in cui numerose sono state le segnalazioni di persone che avrebbero visto o parlato con l'insegnante, tra queste quella dell'uomo a cui Luciana avrebbe chiesto i cavi per rimettere in moto la propria auto, una Volkswagen Up, trovata parcheggiata il 9 aprile nei pressi della scuola dove insegnava. Auto attorno alla quale ruotano i primi interrogativi, le chiavi infatti sono state trovate nel sedile posteriore. Perché si trovavano lì? La vettura si è chiusa automaticamente?

Il corpo è stato identificato dalla sorella

Nel frattempo nelle due settimane di ricerche continuano le segnalazioni su avvistamenti, rivelatisi falsi allarme. Arriviamo quindi al 19 aprile quando un senza fissa dimora vede dall'alto un corpo tra i sassi e i rami all'altezza del Lungotevere dei Fiorentini.  Un corpo in via di decomposizione e la cui identificazione spetterà alla sorella di Luciana, Orietta, di 3 anni più grande con la quale viveva assieme al cognato. La conferma che si tratta proprio dell'insegnante scomparsa arriva proprio da lei, dalle sue urla dopo aver riconosciuto il tatuaggio della sorella.

Non si esclude alcuna pista

Il corpo non presenterebbe segni di violenza, ma come è arrivato in quel punto? Luciana è morta in un altro posto ed il corpo è stato trascinato dalla corrente? Oppure è morta lì? Inoltre l'autopsia eseguita nelle ultime ore stabilirebbe che il decesso è avvenuto lo stesso giorno della scomparsa, il 4 aprile.  Al momento gli investigatori stanno battendo varie piste, non si esclude alcuna ipotesi, né che possa essersi trattato di un omicidio né che possa essere stato un gesto estremo dovuto alla sofferenza accusata da Luciana in questi giorni di isolamento. Lei che amava stare all'aperto con i suoi cani e con gli amici a quattro zampe del canile dove svolgeva il volontariato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Coronavirus, nuovo caso in una scuola ciociara: attivata la didattica a distanza

  • Il cuore di Willy spaccato a metà dalle troppe botte. Tre indagati per omissione di soccorso

  • Coronavirus, più tamponi e ben 31 casi in Ciociaria. D'Amato: 'Mantenere alta l'attenzione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento