menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gavignano, Girardi; la Scuola Innocenzo III un fiore all’occhiello per tutta la zona

Con il presidente del Consiglio dell’Istituto Don Bosco Aldo Girardi abbiamo fatto il punto sulla situazione della scuola di Gavignano Innocenzo III (foto in basso) e quello che ne è uscito è un quadro veramente rassicurante, in quanto si tratta...

Con il presidente del Consiglio dell'Istituto Don Bosco Aldo Girardi abbiamo fatto il punto sulla situazione della scuola di Gavignano Innocenzo III (foto in basso) e quello che ne è uscito è un quadro veramente rassicurante, in quanto si tratta di una scuola moderna e completamente funzionale.

Sig. Girardi nei giorni scorsi nella sua veste di Presidente del Consiglio di Istituto, ha visitato la scuola Innocenzo III di Gavignano che fa parte del Comprensivo "Don Bosco" di Colleferro; qual'è stata la sua l'impressione? "Sono bastati pochi minuti per capire come calzi a pennello il vecchio detto "Chi ha il pane non ha denti....", visto che l'edificio appena ristrutturato grazie all'Amministrazione del Sindaco Emiliano Datti, è un vero e proprio gioiello con innovazioni di avanguardia che lo rendono unico. Così come sono unici per il loro livello di preparazione i docenti, alcuni dei quali costretti, senza non pochi problemi, a divedersi tra Colleferro e Gavignano per il completamento del loro orario di servizio. A tutti loro, al Comune di Gavignano e alla Dirigente Scolastica D.ssa Marika Trezza che si sta adoperando senza riserve per un "Don Bosco" che sia Scuola con la "S" maiuscola, il mio personale grazie e quello dell'intero Consiglio che rappresento". Ma allora perché la sua amara riflessione? "Perché non tutte le famiglie sembrano apprezzare quanto gli si sta proponendo, volendo credere per forza che "l'erba del vicino sia sempre più verde"; ma purtroppo per loro non sempre è così......e credo di poterlo dire a ragion veduta, visto che ho vissuto altre realtà. Aggiungo anche che dalla "Innocenzo III" sono partiti molti giovani che si sono successivamente distinti nel corso dei loro studi superiori ed universitari, ragion per cui mi auguro si possa finalmente invertire il trend negativo delle iscrizioni che mette a rischio quanto già fatto e quanto si ha intenzione di fare, con particolare riferimento alla didattica". Può dirci qualcosa di più....sui progetti intendo? "Ho appena parlato di didattica, e trovo giusto che su questo argomento debba rispondere chi ha i titoli per farlo, e questo non sono certo io. Ma una cosa voglio dirgliela: per la Scuola con la "S" maiuscola a cui ho accennato prima, occorre che ognuna delle componenti scolastiche rappresentate all'interno del Consiglio di Istituto, faccia la propria parte nel rispetto reciproco dei ruoli. E per essere più chiari: gli insegnanti facciano gli insegnanti, i genitori......i genitori. Io stesso da genitore non mi sono mai sognato di invadere il campo delle insegnanti dei miei due figli, che è per l'appunto la didattica; così come al contrario, ho sempre preteso ed ottenuto che loro non invadessero il mio.......e debbo dire che fino ad oggi sono stato fortunato". Allora ci dica qualcosa sulla struttura....cos'è che la rende unica? "Tre ingressi e tre livelli separati per la Materna, Elementare, Media. Edificio completamente coibentato dotato di infissi nuovi e a norma sicurezza, di pannelli solari per il fabbisogno energetico; un impianto di "ossigenazione" che garantisce la continua immissione di aria pulita in ogni singola aula e spazio comune. Servizi igienici completamente rifatti. Una cucina interna per la preparazione dei pasti che, attraverso un apposito montacarichi li consegna direttamente in sala mensa, dove verranno sporzionati ed impiattati. La palestra ed il campo di calcetto dove poter svolgere attività all'aria aperta. Una fornitissima biblioteca, e perché no.....una vista mozzafiato sulla valle". Ma allora secondo lei perché diverse famiglie di Gavignano e delle zone periferiche confinanti "ignorano" la vostra scuola? "Alcuni sostengono che vi sia la necessità per le famiglie di rivolgersi altrove per la mancanza del "tempo pieno", ed in parte forse è vero. Però è altrettanto giusto ricordare come la stessa Amministrazione Comunale di concerto con la Dirigente scolastica, abbia dimostrato grande attenzione al riguardo ed infatti, proprio per venire incontro alle esigenze di chi vorrebbe il "tempo pieno" (che comunque per il Ministero va sostenuto e giustificato da un numero adeguato di iscrizioni), si è fatta carico di alcuni progetti "extra scolastici" pomeridiani svolti all'interno della struttura stessa. Qualcun altro invece si pone il problema del trasporto, per il quale sempre il Sindaco Datti, mi ha garantito personalmente ampia disponibilità ad andare incontro alle singole esigenze di chi voglia servirsi dello Scuolabus......addirittura anche in zone periferiche non propriamente comunali". Quindi massima disponibilità? Già ...ecco perché invito tutte le famiglie gavignanesi, e non solo, che debbono iscrivere i propri figli al primo anno di indirizzo di scegliere la "Innocenzo III"; e se proprio non sono ancora del tutto convinte, che partecipino almeno al prossimo "open day", magari anche solo per curiosità.....non si sa mai. Avranno certamente compreso che con "Chi ha il pane non ha i denti" intendevo dire "Abbiamo la scuola non gli studenti", quindi facciamo tutti in modo di allontanare il rischio, prima che sia troppo tardi, di...."avere studenti e non (più) la scuola". DF
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
FrosinoneToday è in caricamento