menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Willy, il papà di uno dei testimoni: “Tenere alta l’attenzione mediatica anche dopo il funerale”

Vincenzo Romagnoli è intervenuto in diretta sulla trasmissione de La7 Tagadà parlando della violenza che gira sui social e del trauma subito dal figlio

A poche ore dal funerale del giovane Willy Monteiro che si terrà sabato mattina alla presenza del Premier Conte presso il Campo Sportivo Tintisona di Paliano, Vincenzo Romagnoli papà di Marco uno dei testimoni oculari della drammatica aggressione mortale è intervenuto in diretta alla trasmissione di La7 Tagadà ed ha posto l’attenzione sulla violenza che gira sui social e sulla figura di Willy.

“Non è possibile che la violenza al giorno di oggi sui social in questo modo con video assurdi che fanno milioni di visualizzazioni. Sicuramente dopo pochi giorni la paura c’è. Vogliamo che l’altruismo di questo ragazzo sia da esempio perche non accadano più cose del genere ma non bisogna criminalizzare le comunità di Artena, Paliano o Colleferro o i locali e gli orari e le palestre, non è un problema di muscoli ma di cervello ed ovviamente gli orientamenti politici non servono a nulla. Un pugno non può essere di destra o di sinistra è tutto il sistema della comunicazione che poi porta a queste esagerazioni a questa esaltazione della violenza”.

L’appello ai rappresentanti della stampa

Chiediamo alla stampa di tenere l’alta l’attenzione su questa vicenda per un ragazzo sempre allegro e sorridente non solo domani ai funerali ma anche nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Paliano è una piccola comunità di circa 8 mila abitanti, io in questi giorni ho conosciuto bene i genitori di Willy e mi ha colpito la loro serenità nella ricerca della giustizia.

La preoccupazione per il figlio

Sono preoccupato per l’incolumità psico-fisica fisica di mio figlio Marco perché è un trauma che non dimenticherà mai e si porterà dietro per tutta la vita. Ma nelle ore scorse è successa una cosa che mi ha fatto piacere. Un ragazzo ha fermato mia moglie dicendole: “Marco non deve preoccuparsi noi non lo lasceremo mai solo”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento