Cronaca

Palestrina, accecato dalla gelosia imbocca il corso contromano e rompe una bottiglia di birra in testa al nuovo ragazzo

Di Giancarlo Flavi Notificato in queste ultime ore al ragazzo “accecato” dalla gelosia il provvedimento di allontanamento dalla ragazza che lo aveva piantato e lui era andato "fuori di testa"imboccando il Corso Pierluigi contromano con la sua...

Di Giancarlo Flavi

Notificato in queste ultime ore al ragazzo "accecato" dalla gelosia il provvedimento di allontanamento dalla ragazza che lo aveva piantato e lui era andato "fuori di testa"imboccando il Corso Pierluigi contromano con la sua macchina creando terrore tra la gente.

Qualche sera fa sono rimasti esterrefatti i ragazzi che hanno visto quell'auto andare in senso contrario sul centralissimo corso. Auto che si è fermata davanti ad un bar alla moda, è sceso un ragazzo che ha preso la mira ed ha spaccato una bottiglia sulla testa di un altro ragazzo che a detta dello stesso era diventato troppo "amico" con la sua ex fidanzata.

Dopo la bottigliata è scattata la rissa e la fuga con il giovane che è stato ripreso nei pressi di Poli e denunciato per diversi reati con provvedimento emesso dal giudice di Tivoli. Il ragazzo è arrivato a questo bruttissimo gesto in quanto la ragazza gli aveva gridato in faccia, proprio davanti al bar dell'aggressione, "non ti voglio più vedere". Il ragazzo a quel punto accecato dall'ira è andato a prendere l'auto parcheggiata in Piazza, davanti l'albergo Coccia, ed ha imboccato il corso contromano a folle velocità creando il panico tra quanti si trovavano a passeggiare in centro. Poi la violenta bottigliata e la conseguente scazzottata con i presenti che ha visto il giovane prenderne di santa ragione e poi scappare via.

Ora, dopo il provvedimento del Giudice, il ragazzo dovrà stare lontano dall'ex ragazza altrimenti rischia anche di finire in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palestrina, accecato dalla gelosia imbocca il corso contromano e rompe una bottiglia di birra in testa al nuovo ragazzo

FrosinoneToday è in caricamento