Svastica sulla lavagna dopo il raid vandalico all'istituto alberghiero nel "giorno della memoria" (foto)

Il gravissimo episodio è stato messo in atto nella notte tra il 27 ed il 28 gennaio nella scuola di Paliano, nel nord della provincia di Frosinone. La denuncia dell'assessore Campoli e le parole del sindaco Alfieri

Ladri, vandali, piromani e autori di un disegno oltraggioso ed offensivo. Una sorta di raid antisemita quello messo a segno nella notte tra il 28 e il 28 gennaio all'interno dell'istituto alberghiero di Paliano che si è concluso con la realizzazione, su una lavagna, di una svastica. A raccontare il grave episodio, sul quale stanno ora indagando i carabinieri, è stato l'assessora Eleonora Campoli che attraverso un post sulla sua pagina Facebook si lascia andare a parole di amaro sconforto.

Il post

 "All'indomani del "Giorno della Memoria" una svastica corredata da un coltello piantato a terra, appare su una delle aule dell'alberghiero di Paliano. Nella notte del 27 gennaio qualche mascalzone ha pensato bene di entrare nella scuola, rubare le attrezzature, tagliare i fili e dismettere gli elettrodomestici del laboratorio di cucina. Tentare di incendiare una porta e disegnare quel disegno "orribile", simbolo del regime nazista, autore di una delle peggiori pagine della storia umana. Sono sconvolta e spero che gli autori di tali atti vengano rintracciati e puniti.

Questo episodio mi rende ancora più determinata nel portare avanti come istituzione tutte le azioni di sensibilizzazione e divulgazione del messaggio antirazzista. Non ultima la mia richiesta di ieri di riconoscere la cittadinanza onoraria nel comune di Paliano alla Senatrice Liliana Segre, superstite dell'Olocausto e testimone attiva della Shoa italiana".

Lo sdegno del sindaco

"Ciò che è accaduto questa notte alla sede dell’Istituto Alberghiero è sicuramente deprecabile.  La svastica è  simbolo di un passato triste che è stato combattuto e vinto - scrive il sindaco di Paliano, Domenico Alfieri -. Gli strumenti per vincere l ignoranza sono lo studio, la cultura, il linguaggio e il senso del rispetto della democrazia. Invito l autore o gli autori a studiare, a perdersi dei libri e a trovare la verità, che è una sola: bisogna avere memoria di ciò che è accaduto affinché non accada mai più. Ciò che mi sento è di condannare questi cretini e mascalzoni che questa notte si sono resi responsabili di questo atto vile e di affermare che Paliano è storicamente ben altro. Antifascista, contro il razzismo, accogliente e democratica! Paliano e i Palianesi non sono questo!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento