rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Cronaca

In un autolavaggio sorpreso lavoratore in nero e senza mascherina. Maxi multa di oltre 4 mila euro

Nel corso dell’attività sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare di circa 4.720 euro

Non si fermano i controlli degli uomini delle forze dell’ordine negli autolavaggi delle provincia di Frosinone. A Pico, nel sud del frusinate, i carabinieri della locale Stazione, unitamente al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Frosinone, nell’ambito di un servizio volto a garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro ed il rispetto della normativa anti-covid, hanno deferito in stato di libertà, un 44enne originario del Bangladesh, amministratore unico e responsabile di un autolavaggio di quel centro per avere impiegato un lavoratore irregolare sul territorio Nazionale ed un suo dipendente assunto in nero, 34enne originario del Senegal, per  soggiorno irregolare sul territorio Nazionale.

Dalle verifiche svolte è emerso che il titolare dell’attività, oltre ad impiegare irregolarmente il citato cittadino senegalese, sprovvisto di permesso di soggiorno, non ottemperava a diverse incombenze riguardanti la sicurezza sul posto di lavoro e non applicava le procedure in materia di contenimento del contagio da Covid-19. Nel corso dell’attività sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare di circa 4.720 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In un autolavaggio sorpreso lavoratore in nero e senza mascherina. Maxi multa di oltre 4 mila euro

FrosinoneToday è in caricamento