Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

Paolo Orefice, quarantanove anni, è stato stroncato da un arresto cardiocircolatorio. A fare la scioccante scoperta all'alba è stata la moglie

E' morto nel sonno Paolo Orefice, quarantanove anni appuntato della Guardia di Finanza. L'uomo, sposato e con figli, viveva a Piedimonte San Germano. La tragedia è avvenuta la scorsa notte ma a rendersi conto del decesso è stata la moglie che, questa mattina, ha provato a svegliarlo. Un trauma senza uguali quello subito della povera donna.

Paolo Orefice era solito alzarsi prima dell'alba perché prestava servizio presso il Reparto Tecnico Logistico Amministrativo Istituto d'Istruzione della Guardia di Finanza ad Ostia. Un pendolare come tanti che si alzano mentre tutti dormono e che tornano a casa a tarda sera. A stroncarlo, come accertato dal medico legale, è stato un arresto cardiocircolatorio che non gli ha dato scampo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento