rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Il fatto

Processo Mollicone, rivelazione shock in aula: Franco Mottola indagato per pedopornografia

A riferirlo il pubblico ministero Maria Carmen Fusco dopo la deposizione di un vice brigadiere che ha sequestrato ed ispezionato il telefono dell'ex comandante della stazione di Arce

L'ex comandante della caserma di Arce, Franco Mottola, indagato presso la Procura di Napoli, per il reato di pedopornografia. A fare la rivelazione shock in aula durante l'udienza per la morte di Serena Mollicone è stato il magistrato Maria Carmen Fusco dopo la deposizione del vice brigadiere dei Carabinieri Luigi Giobbe. Il sottufficiale ha riferito alla Corte che l'ex maresciallo Franco Mottola, accusato dell'omicidio di Serena Mollicone, è finito sotto indagine per il reato di pedopornografia presso la Procura di Napoli, il procedimento è ancora in corso. Durante le indagini, per fare chiarezza sulla morte di Serena, sono state rinvenute delle immagini del telefono dell'ex comandante, a sfondo pedopornografico. A chiedere che si relazionasse anche sul contenuto del procedimento che non ha attenenza con il processo in Corte d'Assise, è stato il presidente Massimo Capurso che ha ritenuto di acquisirle per valutare la personalità dell'imputato. 

La deposizione del vice brigadiere dei Carabinieri Luigi Giobbe, che ha analizzato la memoria del telefono cellulare dell'ex maresciallo Franco Mottola, ha fatto emergere altri due aspetti importanti oltre che alla presenza di materiale pedopornografico, gli inquirenti hanno trovato un video che immortala un uomo che con la mano destra colpisce alla testa una donna e le immagini riguardanti la povera Yara Gambirasio. Su oltre 30mila immagini visionate il tecnico dell'Arma ha riferito di averne trovate dieci di interesse investigativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Mollicone, rivelazione shock in aula: Franco Mottola indagato per pedopornografia

FrosinoneToday è in caricamento