Roma, a Montespaccato trovato oltre 1 kg di cocaina nel bagagliaio dell’auto e 41.000 euro in casa.

Fermato dai Carabinieri ad un posto di controllo e trovato in possesso di oltre 1 kg di cocaina nel bagagliaio della sua auto. Così è finito in manette un 28enne romano, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato con l’accusa...

Fermato dai Carabinieri ad un posto di controllo e trovato in possesso di oltre 1 kg di cocaina nel bagagliaio della sua auto. Così è finito in manette un 28enne romano, arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Montespaccato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri sera, durante un posto di controllo in via Cornelia, i Carabinieri hanno fermato il giovane a bordo della sua auto. Durante gli accertamenti, i militari hanno notato che il 28enne assumeva un atteggiamento sospettoso e nervoso, ed hanno deciso di approfondire i controlli.

All’interno del bagagliaio dell’auto, i Carabinieri hanno scoperto una busta con all’interno 19 involucri elettrosaldati contenenti l’ingente quantità di droga.

La successiva perquisizione nell’abitazione dell’arrestato, in via Solero, ha permesso di rinvenire circa 41.000 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita.

Droga e soldi sono stati sequestrati mentre il 28enne è stato portato in carcere a Regina Coeli.

OSTIA, CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI. 3 PUSHER IN MANETTE.

Nelle ultime 48 ore, nel corso di mirati controlli antidroga, i Carabinieri della Compagnia di Roma Ostia hanno arrestato tre persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Roma Ostia hanno arrestato un cittadino marocchino, di 42 anni, con precedenti, che si aggirava con fare sospetto nei pressi dell’ex colonia Vittorio Emanuele, la cui ala abusivamente occupata è stata già nei mesi scorsi oggetto di una serie di controlli conclusi con arresti e sequestri di stupefacenti.

I Carabinieri hanno fermato l’uomo per un controllo, trovandolo in possesso di alcune dosi di hashish.

L’uomo, per impedire ai militari di perquisire l’area che occupava all’interno della vecchia colonia marina, ha indicato generalità e domicilio false. Ma, i Carabinieri che già lo conoscevano, e alla luce dei precedenti servizi di osservazione svolti, hanno individuato un’ area all’interno del plesso Vittorio Emanuele che è risultata dimora del fermato e dove è stata trovata altra droga.

L’arrestato è stato portato in caserma e successivamente accompagnato in Tribunale a Roma, dove è stato condannato a sei mesi di carcere con la condizionale per detenzione di sostanze stupefacenti e falsa attestazione della propria identità.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Roma Ostia, invece, hanno arrestato due cittadini filippini, rispettivamente di 44 e 37 anni, la scorsa notte, mentre a bordo della loro auto sul lungomare Caio Duilio hanno tentato di evitare il controllo dandosi alla fuga.

Dopo un breve inseguimento, i Carabinieri sono riusciti a bloccare la vettura con i due malviventi a bordo.

L’immediata perquisizione del veicolo ha permesso ai militari di rinvenire, occultato al suo interno, un involucro di cellophane contenente alcune dosi di shaboo, oltre a 1.500 euro circa, provento dell’attività illecita.

Nelle abitazioni dei due fermati, i Carabinieri hanno trovato bilancini di precisione e materiale per il taglio e confezionamento della droga.

Accompagnati in Tribunale a Roma, sono stati condannati entrambi a 2 anni di reclusione e 1.500 euro di multa con la condizionale.

Infine, i Carabinieri della Stazione di Roma Acilia hanno arrestato due donne, di 22 e 28 anni, entrambe con precedenti.

Dopo aver notato un via vai di giovani e tossicodipendenti dalla loro abitazione, già da qualche giorno, i Carabinieri le stavano tenendo d’occhio.

Ieri mattina, è scattato il blitz. Le donne sono state sorprese all’interno dell’abitazione con oltre mezzo chilo di droga, tra hashish, cocaina e marijuana, oltre a tutto il necessario per il confezionamento e la pesatura e circa 1.000 euro, provento dello spaccio.

Accompagnate in Tribunale a Roma, una è stata sottoposta agli arresti domiciliari, mentre l’altra è stata rimessa in libertà chiedendo in attesa del procedimento.

ROMA – CARABINIERI ARRESTANO RICERCATO TRADITO DAL GIOCO D’AZZARDO. PER UNA VIOLENTA RAPINA AI DANNI DI UN’ANZIANA ERA RICERCATO IN CAMPO INTERNAZIONALE.

ROMA - Nella notte, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Roma Cassia, hanno catturato un cittadino romeno di 40 anni, ricercato in campo internazionale dall’Interpol. Su di lui pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per 2 rapine a mano armata, compiute in provincia di Benevento nel corso del 2015.

Nel primo episodio, il criminale insieme ad alcuni complici aveva puntato la pistola contro un uomo e l’aveva colpito violentemente per sottrargli la macchina, mentre in un secondo episodio aveva seguito un’anziana signora fino a casa e, dopo averla colpita con violenza tale da farle perdere i sensi, le aveva asportato tutti i suoi averi.

Dopo questi fatti l’uomo aveva fatto perdere le sue tracce, spostandosi in diversi Paesi. Monitorato dalle polizie di tutto il mondo, a seguito del mandato di arresto internazionale, per evitare che potesse rendersi nuovamente responsabile di gravi episodi delittuosi, caratterizzati da efferata violenza, i Carabinieri, sulle sue tracce da diverso tempo, erano giunti a conoscenza che l’uomo gravitasse nei pressi della Capitale. Sapendo che il pericoloso latitante avesse il vizio del gioco, i Carabinieri hanno stretto il cerchio, iniziando ad effettuare un controllo a tappeto sulle sale slot.

Così seguendo questa pista, i Carabinieri sono riusciti a rintracciarlo mentre era intento a giocare in una sala giochi di via Tiburtina, trovato in compagnia di una ragazza che si prostituisce. Tradito dalla passione per il gioco, l’uomo non ha opposto resistenza ai Carabinieri e, dopo essere stato accompagnato in caserma, è stato portato presso il carcere di Regina Coeli, in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

NATALE – SENZA SCRUPOLI AVEVA RAGGIRATO UN’ANZIANA PER SOTTRARLE I RISPARMI. CARABINIERI DENUNCIANO L’UOMO E RICONSEGNANO IL DENARO ALLA VITTIMA.

RIGNANO FLAMINIO - I Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno denunciato un uomo di 31 anni con l’accusa di circonvenzione di incapace ai danni di un’anziana vedova del posto.

L’uomo, approfittando della solitudine e dello stato psicofisico della donna, negli ultimi mesi si era insinuato nella sua vita, con l’espediente di volerla aiutare nelle quotidiane mansioni casalinghe, per ottenere la sua fiducia.

In questi giorni che precedono il Natale, dopo aver falsamente convinto la vittima di essere stata abbandonata dai suoi parenti e che lui, al contrario, se ne sarebbe volentieri fatto carico, invitandola a casa per le feste, l’ha convinta a versargli una somma pari a 15.000 euro su un libretto postale aperto ad hoc.

A seguito della segnalazione di un parente, preoccupato per le recenti e dubbie frequentazioni della signora, i Carabinieri della Stazione di Rignano Flaminio hanno accertato la presenza di movimenti bancari sospetti sul suo conto postale.

Successivamente, al termine d una perquisizione domiciliare a casa dell’uomo, i Carabinieri hanno trovato il libretto aperto per l’occasione e la tessera sanitaria della donna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il libretto è stato sequestrato e il denaro restituito nelle disponibilità della vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento