Roma, a Tor Bella Monaca vede un uomo appoggiato sulla sua macchina e lo minaccia con una pistola, arrestato

sequestrate due pistole clandestine con relative munizioni.

FRASCATI - Le pistole sequestrate (1)

sequestrate due pistole clandestine con relative munizioni.

FRASCATI - Le pistole sequestrate (2)

La scorsa notte, a seguito di una segnalazione giunta al NUE 112, i Carabinieri della Stazione di Roma Tor Bella Monaca hanno arrestato un italiano di 49 anni, autotrasportatore, già conosciuto alle forze dell’ordine, che aveva minacciato un operaio romeno che si era seduto sulla sua auto.

A chiamare il numero di pronto intervento è stato proprio il cittadino romeno, di 36 anni, che la scorsa notte fuori da un bar, in via di Torrenova, è stato minacciato da un uomo che aveva visto seduto sul cofano della sua auto e che gliel’aveva, a suo dire, anche danneggiata. La discussione è poi degenerata fino a che l’arrestato ha estratto una pistola e l’ha puntata contro lo straniero, per poi salire in macchina e fuggire.

All’arrivo dei militari lo straniero ha spiegato l’accaduto ed ha fornito il modello e il numero di targa dell’auto con cui l’aggressore si era allontanato poco prima , inoltre sono stati estrapolati anche i filmati delle telecamere del locale. In pochi minuti i militari sono risaliti al proprietario che è stato raggiunto a casa.

La perquisizione fatta a casa dell’uomo ha consentito il recupero di due pistole con relativo munizionamento: una Beretta calibro 7,65, completa di caricatore con 7 colpi; una pistola a salve, marca M.N.I., opportunamente modificata con l’inserimento di una canna e con la predisposizione di un silenziatore, completa di caricatore con 5 cartucce; ulteriori 24 cartucce di vari calibri. Dai successivi accertamenti è emerso che entrambe le pistole non risultano censite nel catalogo Nazionale delle armi comuni da sparo.

Dopo l’arresto il 49enne è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. per porto e detenzione di armi illegale e di arma clandestina nonché di minaccia aggravata dall’uso delle armi con l’ulteriore aggravante di aver agito per futili motivi, nei confronti di un cittadino romeno, incensurato.

ANZIO - CONTROLLI DEI CARABINIERI SUL LITORALE LAZIALE. DUE PERSONE ARRESTATE PER ARMI E DROGA.

Negli ultimi due giorni, i Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno rafforzato i controlli sul territorio, e hanno arrestato due persone in flagranza di reato.

In particolare, nel pomeriggio di mercoledì, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato, ad Ardea, un 28enne italiano, residente ad Anzio, che vendeva cocaina sul posto di lavoro. All’uomo i militari hanno sequestrato 70 grammi di cocaina – risultata poi pura al 70% - che venduta gli avrebbe fruttato circa settemila euro, un bilancino elettronico di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga, nonché la somma di quasi 2000 euro, quale provento dell’attività di spaccio.

Dopo l’arresto il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari, presso la propria abitazione, in attesa dell’udienza di convalida, prevista per la mattinata odierna, innanzi al Tribunale di Velletri

Giovedì pomeriggio invece, gli stessi militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono intervenuti a Tor San Lorenzo a seguito della segnalazione di una vettura sospetta. L’auto è stata poco dopo intercettata dai Carabinieri che l’hanno perquisita ed al suo interno hanno rinvenuto una pistola semiautomatica, di fabbricazione tedesca, in calibro 7,65, completa di caricatore con ben 13 colpi. L’arma dagli accertamenti è risultata oggetto di un furto, avvenuto nel modenese a gennaio scorso, ed è stata trovata armata con il colpo in canna, dunque pronta a sparare.

L’uomo, cittadino bosniaco, di 33 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, la nascondeva in auto, è stato arrestato e condotto presso il carcere di Velletri, in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento