Roma, alla Magliana arrestato ragazzo che gestiva “emporio della droga” in casa

I Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli hanno arrestato un romano di 27 anni, già noto perché sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per precedenti reati commessi in materia di stupefacenti, che aveva creato un...

I Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli hanno arrestato un romano di 27 anni, già noto perché sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per precedenti reati commessi in materia di stupefacenti, che aveva creato un vero e proprio “emporio della droga” nel suo appartamento di via dell’Impruneta, zona Magliana.

I Carabinieri da qualche tempo tenevano sotto osservazione quel via vai di giovani e tossicodipendenti che, quotidianamente, si ripeteva nella sua abitazione.

Ieri mattina, simulando un controllo di routine per accertare la sua presenza in casa, i Carabinieri si sono presentati nell’abitazione perquisendola.

All’interno, i militari hanno rinvenuto bilancini di precisione, strumenti per il taglio e il confezionamento della droga, appunti contabili, circa 6.500 euro in contanti, ritenuto provento di attività illecita e la chiave di una cassetta di sicurezza.

I Carabinieri hanno approfondito il controllo e hanno rinvenuto, nascosta dietro a un mobile, una piccola cassaforte di sicurezza che, una volta aperta con la chiave, ha permesso di recuperare la droga occultata; oltre 100 grammi di cocaina, varie dosi di hashish e 22 funghi allucinogeni.

Dopo l’arresto, il pusher è stato accompagnato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

La droga e il materiale rinvenuti sono stati sequestrati.

BLITZ ANTIDROGA DEI CARABINIERI – 27 ARRESTI PER SPACCIO.

Nel corso di una attività antidroga, nel fine settimana, che ha interessato tutti i quartieri della Capitale, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato 27 persone per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione ha consentito il sequestro di centinaia di dosi di hashish, marijuana, eroina, cocaina, metadone e pasticche di Rivotril, nonché materiale per il taglio e confezionamento della droga e di oltre 5.000 euro in contanti, ritenuto provento delle attività illecite.

Sono finiti in manette dodici cittadini italiani e quindici cittadini stranieri - una cittadina tedesca, uno cileno, quattro del Gambia, uno egiziano, quattro tunisini, uno marocchino, uno albanese, uno libico e uno afgano - di età compresa tra i 16 e i 45 anni, per la maggior parte già conosciuti alle forze dell’ordine.

Nel corso delle operazioni i Carabinieri hanno identificato anche molti acquirenti, segnalati all’autorità competente.

TORVAIANICA – CARABINIERI ARRESTANO UOMO PER ESTORSIONE

I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un cittadino romeno 36enne, con diversi precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, mentre riceveva la somma di euro 300 da un cittadino bangladese titolare di un negozio di alimentari. Dalla fine del mese di agosto, la vittima aveva ricevuto insistenti richieste di denaro per non vedere distrutto il proprio negozio come minacciato dal cittadino romeno. Le pressanti e continue minacce hanno convinto la vittima a rivolgersi ai Carabinieri della Stazione di Torvaianica e raccontare quanto stava subendo oramai da un mese, chiedendo il loro aiuto per potersi sottrarre alle ingiustificate richieste arrivate ad esigere la somma di 800 euro.

La repentina attività di indagini condotta dai Carabinieri di Torvaianica ha permesso di sorprendere, durante l’ennesima visita preso il negozio della vittima, il cittadino romeno mentre si allontanava dopo essersi fatto consegnare 300 euro, quale parte della somma inizialmente richiesta. L’uomo, bloccato dai militari e trovato in possesso delle banconote consegnategli dal commerciante è stato arrestato per estorsione e condotto presso la Casa Circondariale di Velletri.

FIUMICINO – CARABINIERI INTERCETTANO UOMO APPENA USCITO DAL CARCERE DI FIRENZE CHE INVECE DI RECARSI A TORINO PER PROSEGUIRE LA PENA AI DOMICILIARI, SI STAVA IMBARCANDO PER PARIGI, DOPO AVER RUBATO PRODOTTI PER 3.000 EURO.

Un uomo senegalese di 39 anni, appena scarcerato dal carcere di Firenze perché aveva ottenuto il beneficio di scontare la pena presso il proprio domicilio a Torino, invece di recarsi nel capoluogo Piemontese, è stato scoperto dai Carabinieri all’Aeroporto di Fiumicino dove si stava imbarcando per Parigi.

Lo straniero, nell’attesa, aveva pensato bene di rubare numerosi profumi in un negozio duty-free, riempendo il bagaglio a mano, ma è stato scoperto dalla sicurezza del negozio che ha chiamato i Carabinieri.

Nel corso delle operazioni di identificazione, i militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia Aeroporti di Roma hanno così scoperto che il cittadino senegalese doveva trovarsi ai domiciliari a Torino e invece aveva acquistato un biglietto per Parigi dove stava per recarsi.

L’uomo, che dovrà rispondere di evasione e furto aggravato, è una vecchia conoscenza dei Carabinieri dell’Aeroporto, essendo stato già arrestato, nell’agosto 2014, dagli stessi militari a Fiumicino sempre per furto presso i duty-free.

Lo straniero è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo, che si terrà nella mattinata davanti al tribunale di Civitavecchia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento