menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, auto civetta della polizia sul GRA per multare chi parla al telefono

E’ uno sketch ormai noto quello dell’automobilista che alla vista dell’auto della Polizia lancia il telefono in macchina per evitare la multa. E gli agenti della Polizia di Stato della Polizia Stradale, proprio per il pericolo dato dal distrarsi...

E' uno sketch ormai noto quello dell'automobilista che alla vista dell'auto della Polizia lancia il telefono in macchina per evitare la multa. E gli agenti della Polizia di Stato della Polizia Stradale, proprio per il pericolo dato dal distrarsi con telefonate e messaggini, hanno messo in campo macchine civetta che consentono ai poliziotti di accertare tali infrazioni senza che l'automobilista se ne accorga in anticipo.

Rispondere ad una telefonata, mandare un messaggio o essere immediatamente attratti dal bip di un "WhatsApp" in arrivo sul cellulare durante la guida, sono infatti, pratiche troppo diffuse e pericolosissime.

La distrazione alla guida è infatti una delle principali cause di incidenti stradali. E' ormai un dato certo che la conversazione telefonica abbassa l'attenzione in percentuali elevate e, se poi si maneggia lo smartphone per inviare un sms o farsi un selfie se ne vanno mediamente 10 secondi. Cambiando la prospettiva e trasformando la velocità di 100 Km all'ora nello spazio che percorriamo in un secondo, si potrebbe dire che è come se viaggiassimo per 280 metri al buio . Se invece trasformassimo la velocità in altezza di caduta, è come se quei dieci secondi al cellulare fossero una caduta da un palazzo alto 13 piani.

La regola è che durante la marcia è vietato al conducente fare uso di telefoni senza viva voce o auricolari: è necessario dunque, che il conducente abbia sempre le mani libere e l'attenzione ben desta.

Le sanzioni previste sono tra le più severe: euro 161 e decurtazione di 5 punti a cui si aggiunge -pochi lo sanno - la sospensione della patente da 1 a 3 mesi qualora lo stesso conducente compia una violazione nel corso di un biennio. Ma il deterrente più importante dovrebbe essere il rischio elevatissimo di incorrere in un grave incidente, spesso fatale.

Nella mattinata di ieri, al fine di far rispettare le regole della strada per l'incolumità di tutti quelli che la vivono come conducenti, pedoni, ciclisti, è stato organizzato un servizio di controllo con 10 poliziotti, 5 veicoli(civili e colori di polizia) che in poche ore hanno contestato 23 sanzioni per l'uso del cellulare durante la guida, 2 sanzioni per mancato uso delle cinture di sicurezza,15 mancate revisioni del veicolo, e ritirato 3 patenti per l'uso illegittimo della corsia di emergenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento