Roma, crescono i detenuti nelle carceri del Lazio

Il garante dei detenuti Angiolo Marroni: «i dati rappresentano un piccolo campanello di allarme. in questo 2015 la tendenza registrata e’ quella di un piccolo ma costante aumento dei numeri.

Angelo Marroni

Il garante dei detenuti Angiolo Marroni: «i dati rappresentano un piccolo campanello di allarme. in questo 2015 la tendenza registrata e’ quella di un piccolo ma costante aumento dei numeri.

La nuova rilevazione del dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria conferma la tendenza: in questo inizio di 2015 torna a crescere, in maniera lenta ma costante, il numero dei detenuti nelle carceri del Lazio. Lo rende noto il Garante dei diritti dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni. Il 5 marzo i reclusi presenti nei 14 istituti della Regione erano 5.728, 26 in più rispetto a dieci giorni fa 130 in più rispetto al 31 dicembre 2014. Anche se, rispetto ad un anno fa, le presenza fanno registrare un - 1.150 (la rilevazione del 4 febbraio 2014 indicava, infatti, 6.856 presenze) per il Garante la novità più rilevante che emerge dalle statistiche del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria è che, «Avevamo già segnalato questa inversione di tendenza dopo mesi ininterrotti di dati in calo - ha detto il Garante dei diritti dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni – Il fatto che i numeri crescano in maniera lenta ma costante può voler dire che le norme “svuotacarceri” varate in questi anni dai diversi governi stanno perdendo la propria spinta propulsiva, ma anche che, probabilmente, si è arrivati ad un limite fisiologico di presenze ad di sotto del quale non si può scendere con questo tipo di legislazione». Dall’Ufficio del Garante fanno notare che i numeri sono lontani dalle medie di oltre settemila presenze registrate fino a due anni fa ma il sovraffollamento fa sempre segnare un + 600 presenze rispetto alla capienza regolamentare degli istituti regionali, fissata dal Dipartimento a quota 5.114. A livello nazionale, il Lazio si conferma al quarto posto nella graduatoria delle Regioni italiane con il maggior numero di detenuti dietro Lombardia con 7.889 presenze, Campania con 7.327 e Sicilia con 5.895). Sempre nel Lazio, si conferma in aumento la percentuale dei detenuti in attesa di giudizio definitivo: nel Lazio attualmente sono 2.218, il 38,72% del totale, contro il 37,39% di un mese e mezzo fa. Nel dettaglio, 1036 sono i reclusi in attesa di giudizio di I grado, e 1.182 i condannati non definitivi. I condannati definitivi sono invece 3.506, il 61,21%.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Coronavirus, reso noto il boom di casi in Ciociaria. D'Amato: 'Assembramenti di genitori all'entrata delle scuole'

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 19 e domenica 20 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento