Roma, molesta insistentemente una 25enne con continui appostamenti sul posto di lavoro e numerosi sms. arrestato stalker 40enne

Un 40enne italiano è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma perché, invaghito di una giovane 25enne che non corrispondeva i suoi sentimenti, ha cominciato a perseguitarla, con continui appostamenti davanti al posto di...

foto stalker-2

Un 40enne italiano è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma perché, invaghito di una giovane 25enne che non corrispondeva i suoi sentimenti, ha cominciato a perseguitarla, con continui appostamenti davanti al posto di lavoro e inviandole numerosi sms.

Ieri pomeriggio, dopo l’ennesimo episodio, il fidanzato della ragazza ha contattato il 112 segnalando la presenza dell’uomo davanti il luogo di lavoro della donna. I Carabinieri, a conoscenza anche di altre tre precedenti denunce formalizzate dalla giovane nei confronti del suo stalker, sono intervenuti in piazza Sforza Cesarini e lo hanno bloccato, rinvenendo sul telefono dell’uomo centinaia di messaggi inviati alla 25enne.

L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione a Napoli in attesa del processo per il reato di atti persecutori.

ROMA, LADRI DI VALIGIE ARRESTATI DAI CARABINIERI. IN MANETTE 4 NOMADI. RUBAVANO DALLE AUTO DEI TURISTI, IN SOSTA.

Colpivano le auto parcheggiate dei turisti, in particolare quelle con targa straniera. Nel corso di alcuni controlli, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno notato i quattro in azione sul lungotevere a Ripa e li hanno arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso. In manette sono finiti 3 nomadi, un uomo di 37 anni, una donna di 39 e una di 16 anni, tutti provenienti dal campo nomadi di via di Salone, con precedenti specifici, e un romano incensurato di 19 anni.

Utilizzando una chiave inglese, hanno infranto il finestrino di una vettura ed hanno asportato una borsa contenente un cellulare ed un paio di occhiali, di proprietà di un turista della Repubblica Ceca. I Carabinieri, in transito, li hanno notati e bloccati.

I 4 sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo, tranne la minorenne che è stata condotta presso il centro di prima accoglienza per minori di Roma Virginia Agnelli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata ai legittimi proprietari.

CONTROLLO DEI CARABINIERI NEL QUARTIERE SAN BASILIO. 3 PUSHER ARRESTATI E 3 PERSONE DENUNCIATE. 2 ATTIVITA’ COMMERCIALI SANZIONATE

Ieri sera, i Carabinieri della Compagnia Roma Monte Sacro in collaborazione con quelli del Nucleo Radiomobile di Roma, del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del NAS, nel corso di un’intensa attività di controllo nel quartiere San Basilio, per prevenire e reprimere fenomeni di illegalità e per rafforzare la percezione di sicurezza nelle aree periferiche della Capitale, hanno effettuato 3 arresti, denunciato 3 persone, e contravvenzionato 2 attività commerciali.

Tre spacciatori, tutti romani, di età compresa tra i 26 e 35 anni, sono stati arrestati all’interno di una piazza di spaccio di via Corinaldo, sopresi a metà “turno di lavoro”, con 2600 euro in contanti e 50 dosi di cocaina. Nello specifico, uno dei tre pusher ha cercato di vendere una dose di cocaina ad un Carabiniere in borghese, scambiandolo per un “cliente” e si è trovato ammanettato. Con l’arrivo degli altri colleghi, arrivati dopo pochi istanti sul posto, anche gli altri due complici sono stati bloccati all’interno dello stabile. La successiva perquisizione ha permesso di rinvenire il denaro contante e una busta ancora chiusa, contenente le 50 dosi, già pronte per essere vendute e che a fine turno gli avrebbero fatto raddoppiare l’”incasso”.

Nell’ambito dei medesimi controlli, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero un 34enne di origini calabresi, poiché ritenuto il responsabile di un furto di un motociclo denunciato rubato la scorsa settimana.

Nel corso dei mirati controlli agli esercizi pubblici, per la verifica del rispetto delle normative di settore, i Carabinieri hanno controllato 5 attività di cui 2 sono risultate non in regola. Nello specifico, il titolare di un bar di via Casal dei Pazzi è stato sanzionato perché trovato con un dipendente assunto in nero e per la mancata esposizione del cartello degli ingredienti allergeni.

Due cittadini cinesi, titolari di un ristorante di cucina giapponese, sono stati entrambi denunciati, perché sprovvisti di un valido permesso di soggiorno e sanzionati per la mancata regolarizzazione di 4 dipendenti, per l’assenza delle indicazioni relative alla tracciabilità dei prodotti e per carenze igienico strutturali.

Nel corso delle operazioni sono state identificate e controllate 110 persone ed eseguiti accertamenti su 64 veicoli, di cui 11 sanzionati per violazioni al codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento