Roma, nei guai fidanzati romani lui arrestato lei denunciata

A San Giovanni  per lavare l’onta subita dalla fidanzata estorce denaro ad un 20enne

A San Giovanni per lavare l’onta subita dalla fidanzata estorce denaro ad un 20enne

Due innamorati romani di 36 e 20 anni sono finiti nei guai dopo avere estorto 650 euro ad un 21enne romano; lui è stato arrestato mentre lei è stata denunciata dai Carabinieri della Stazione Roma San Giovanni, al termine di un’accurata indagine. All’origine della vicenda, la necessità del fidanzato di lavare l’onta subita dalla sua amata dopo essere stata infamata dal 20enne.

Fidanzata e il ragazzo vittima dell’estorsione frequentano un corso serale per conseguire un diploma di scuola superiore; nei giorni scorsi il ragazzo ha subito il furto di 400 € dal proprio portafogli, manifestando sospetti sulla compagna di classe. A seguito di ciò il fidanzato della ragazza diffamata si è presentato direttamente a scuola, affrontando colui che aveva osato diffamare la ragazza, intimandogli di diffondere un messaggio di scuse sul gruppo Whatsapp della classe e poi a titolo di risarcimento consegnargli 650 €, vantando il proprio profilo criminale e minacciandolo fisicamente.

All’ultima pretesa ancora di altre 450 € il giovane esausto ha pertanto chiesto l’aiuto dei Carabinieri della Stazione San Giovanni che si sono subito attivati, presentandosi ad un appuntamento concordato, arrestando l’estorsore che è stato condotto a Regina Coeli.

Il soggetto già noto alle forze dell’ordine è stato inoltre denunciato per il porto ingiustificato di una mazza di legno.

Denunciata per concorso nel reato di estorsione anche la giovane fidanzata con la quale si accompagnava.

TIBURTINO – PASSEGGIATA, APERITIVO AL BAR E VIDEOPOKER MA E’ AGLI ARRESTI DOMICILIARI. CARABINIERI ARRESTANO 59ENNE PER EVASIONE.

Una lunga passeggiata dal quartiere Nomentano a quello Tiburtino e una sosta rinfrescante in un bar, per un aperitivo e una giocata al videopoker. Sembrava un normale pomeriggio quello di un 59enne romano che, però, avrebbe dovuto trovarsi nella sua abitazione, sottoposto agli arresti domiciliari, dove sta scontando una pena per rapine e furti.

L’uomo, senza occupazione e con numerosi precedenti, è stato riconosciuto dai Carabinieri della Stazione di Roma Santa Maria del Soccorso in un bar in via Mozart, nei pressi di via Tiburtina.

I Carabinieri lo hanno arrestato e riaccompagnato nella sua abitazione in via Locke, quartiere Nomentano, dove rimarrà agli arresti domiciliari, in attesa del processo per il reato di evasione.

DON BOSCO – TRASPORTAVANO SESTERZI E DROGA. CARABINIERI FERMANO DUE UOMINI E SCOPRONO PICCOLO TESORO DI REPERTI DI EPOCA ETRUSCA E ROMANA.

Un piccolo tesoro composto da monete, ceramiche e vasellame di epoca etrusca e romana è stato scoperto e recuperato dai Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà nella disponibilità di due romani di 33 e 36 anni, entrambi con precedenti, arrestati per detenzione e coltivazione di stupefacenti.

Nei pressi di piazza San Giovanni Bosco, i due sono stati fermati e trovati in possesso di alcune dosi di cocaina e dei folder contenenti antichi sesterzi di epoca romana. Le successive perquisizioni scattate nelle rispettive abitazioni hanno consentito ai Carabinieri di sequestrare complessivamente 10 g di cocaina, una pianta di marijuana, un impianto fai-da-te per la coltivazione indoor della canapa indiana e materiale utile al confezionamento delle singole dosi.

A casa di uno dei due, in particolare, è stato trovato il vero tesoro. Per motivi ancora in fase di accertamento, l’uomo deteneva libri espositori zeppi di monete antiche, ceramiche e vasellame, tutti reperti archeologici di epoca etrusca e romana di dubbia provenienza.

Per questa ragione, oltre all’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti dei due uomini è scattata anche la denuncia a piede libero per ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I beni archeologici e la droga sono stati sequestrati mentre i due sono stati posti agli arresti domiciliari su ordine dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento