menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Regione Lazio

Palazzo Regione Lazio

Roma, PD sotto accusa per falsi rimborsi: ecco i nomi dei politici coinvolti

Il PD di Roma è sotto accusa per falsi rimborsi. Sono sei i politici coinvolti nell’inchiesta. 2 milioni e 600mila euro di rimborsi falsi, questa la cifra contestata a sei parlamentari del Partito Democratico Capitolino. Le spese pazze dei...

Il PD di Roma è sotto accusa per falsi rimborsi. Sono sei i politici coinvolti nell'inchiesta. 2 milioni e 600mila euro di rimborsi falsi, questa la cifra contestata a sei parlamentari del Partito Democratico Capitolino. Le spese pazze dei consiglieri regionali sarebbero avvenute tra il 2010 e il

2012. La procura di Rieti e i finanzieri del nucleo Tributario hanno terminato le indagini sui falsi rimborsi elettorali del PD. Sei i politici coinvolti: cinque senatori e un deputato. Stando alle accuse, i consiglieri del gruppo avrebbero utilizzato a fini personali 2 milioni e 600mila euro. Quel denaro doveva essere destinato ai rimborsi, ma le loro spese sono state considerate non inerenti fini istituzionali. Ecco i nomi delle persone coinvolte nell'inchiesta: si tratta dei senatori Claudio Moscardelli, Bruno Astorre, Carlo Lucherini, Francesco Scalia e Daniela Valentini. Nella lista compare anche il deputato Marco Di Stefano. Tra gli altri nomi eccellenti emersi nell'inchiesta, spuntano quelli dell'ex tesoriere, Mario Perilli, dell'ex capogruppo e attuale Sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, e dell'ex capo segreteria di Ignazio Marino, Enzo Foschi. Le accuse sono di peculato, truffa aggravata, finanziamento illecito e falso. I soldi sono stati spesi in pranzi, cene, battute di caccia, finanziamenti a quotidiani e sagre locali. Nel processo rischiano di essere coinvolti anche nomi importanti dell'imprenditoria romana. Dalle carte di Rieti emergerebbe un sistema per il quale alcuni imprenditori avrebbero gonfiato varie fatture per dividere i soldi dei rimborsi con i politici coinvolti. Inoltre, si parla di assunzioni riguardanti portaborse e collaboratori considerate illegittime. Alcuni degli assunti non si sarebbero mai presentati in Regione Lazio. Dunque, è bufera nel PD di Roma. Dopo l'inchiesta di Mafia Capitale, la politica romana è ancora nei guai. Si ricorda che le indagini sono in corso e non è detto che le persone coinvolte siano tutte da considerare colpevoli. Non resta che attendere il naturale percorso giudiziario prima di fornire un bilancio definitivo.

Francesco Crudo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento