menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, senza patente 29enne romeno fugge su un’auto rubata tentando di eludere il controllo a casa anche foto di natura pedopornografica

I Carabinieri del Comando di Roma piazza Venezia hanno arrestato un cittadino romeno di 29 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, con le accuse di ricettazione, detenzione di materiale pedopornografico e guida senza patente.

I Carabinieri del Comando di Roma piazza Venezia hanno arrestato un cittadino romeno di 29 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, con le accuse di ricettazione, detenzione di materiale pedopornografico e guida senza patente.

Il ragazzo è stato intercettato in via Enrico De Nicola mentre si trovava alla guida di un'autovettura risultata rubata poche ore prima.

Quando i militari gli hanno intimato l'Alt, il 29enne, per tutta risposta, ha accelerato nel tentativo di eludere il controllo. Ne è nato un inseguimento durante il quale, effettuando pericolose manovre nel traffico cittadino, il romeno è andato a schiantarsi sulla fiancata destra di un autobus della linea 64 in sosta alla fermata per consentire la discesa dei passeggeri. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

Dai successivi accertamenti è emerso che l'uomo non aveva mai conseguito la patente di guida. Nel corso della perquisizione personale, inoltre, i Carabinieri hanno rinvenuto delle pen drive e memory card dove erano state memorizzati video e fotografie di natura pedopornografica.

Tutto il materiale è stato sequestrato e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Il veicolo è stato restituito al legittimo proprietario.

Il cittadino romeno è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

TENTATO OMICIDIO DI SAN BASILIO: UN ARRESTO

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Montesacro hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma a seguito del tentato omicidio di Cristiano RASCHI, avvenuto la notte del 28 maggio u.s. nel quartiere popolare di San Basilio.

Le serrate indagini dei militari, anche di natura tecnica, venivano indirizzate sin da subito verso l'ipotesi di una rappresaglia per una partita di sostanza stupefacente non pagata dalla vittima, e consentivano di raccogliere gravi e concordanti indizi di reità a carico di G.V., classe '63 romano e pluripregiudicato, ora ristretto nel carcere di Regina Coeli, quale autore dell'esplosione dei 3 colpi di arma da fuoco che attingevano il RASCHI all'addome e agli arti inferiori, nonché responsabile di una ampia attività di spaccio di cocaina nel rione.

Nel corso dell'operazione sono state impiegate militari del 8° Reggimento Carabinieri Lazio e due unita cinofile grazie alle quali sono state rinvenute 18 dosi di cocaina, una dose di hashish, una bomba carta ed alcune migliaia di euro.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento