menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Totti selfie

Totti selfie

Calcio, la Lazio butta via il derby. La Roma esulta per il pareggio dopo il doppio svantaggio

Fino all'ultimo respiro Roma e Lazio regalano emozioni. Esausti come due pugili all'ultimo round, terminano in pareggio  2 a 2 un derby avvincente , incerto e in alcuni frangenti spettacolare. Un tempo a testa. Il primo della Lazio,

Fino all'ultimo respiro Roma e Lazio regalano emozioni. Esausti come due pugili all'ultimo round, terminano in pareggio 2 a 2 un derby avvincente , incerto e in alcuni frangenti spettacolare. Un tempo a testa. Il primo della Lazio,

trascinata da Mauri e Felipe Anderson, tatticamente perfetta nella gestione della gara. Il secondo di Totti, con una splendida doppietta (il secondo un capolavoro) che acciuffa il pareggio e stabilisce il record con l'11" gol nelle stracittadine.

Per la Lazio partono titolari Mauri, Candreva e Felipe Anderson che vanno a formare un 4-2-3-1.b Djordjecic,ancora preferito a Klose, come punta centrale. Garcia schiera Totti in avanti, coaudiuvato da Florenzi e Iturbe nel consueto 4-3-3. Destro va in panchina insieme a Strootman e Ljaic.

Primi minuti di studio, ma gli uomini di Pioli sono ben disposti in campo, alti , compatti e corti nei reparti. Pressing asfissiante che limita le fonti giallorosse , continui inversioni di fascia tra Candreva e Anserson , graffianti e incisivi sia in contenimento che in fase conclusiva.

Prima occasione per il romano di Tor de Cenci al 12'. Palla recuperata da Djordjevic che smista sulla sinistra per l'azzurro, dribbling a rientrare e tiro a giro che termina di poco fuori.

Nervosismo a fior di pelle, classico nel derby, Anderson in ripiegamento stende Iturbe e viene ammonito. Ancora Lazio con Parolo, che calcia dai venti metri e trova De Santis pronto a bloccare in due tempi. E' il preludio al gol che giunge al 24' con il settimo sigillo di Mauri. Nainggolan perde palla a centrocampo e il brasiliano e' rapido ad approfittarne. Si invola negli spazi, e scodella al centro un pallonetto su cui accorre Mauri che in spaccata mette dentro. Sulle ali dell'entusiasmo arriva il raddoppio di FA7 quattro minuti dopo con un tiro letale dal limite che sorprende il portiere giallorosso. Doppio vantaggio meritato. La Roma la mette sulla rissa. Entrata in scivolata di Cana su Iturbe. Ammonizione per il laziale e scoppia il parapiglia. Fioccano cartellini gialli per i più accesi (Mauri e lo stesso Iturbe)

Pausa di riflessione e il riposo scatena demoni sopiti, per l'undici di Garcia.

Fuori Florenzi e Naingolan e dentro Ljajic e Strootman. Passano due minuti e l'olandese taglia la difesa con una palla insidiosa che l'esperto Totti, sul secondo palo incrocia in rete.

La Roma si porta sull'1 a 2 e la paura si impossessa di nuovo degli aquilotti.

Pioli sembra un vigile urbano dalla panca. Si sbraccia di continuo per invitare i suoi ad alzare il baricentro , ma rimane inascoltato. I lupi si rianimano, le aquile si deprimono. Così è il bello del derby e del calcio. Mancanza di personalità' o carenza fisica , dopo un ottimo primo tempo. Questo e' il dilemma che il bravissimo tecnico emiliano dovrà dipanare nei prossimi giorni di lavoro.

Ancora Iturbe sfodera un tiro potente ma centrale che Marchetti devia in angolo.

Pur in difficoltà' la Lazio si rende pericolosa, prima con Mauri, colpisce un palo clamoroso , e poi con Candreva che impegna De Santis con un bolide su punizione. La Roma e' sempre padrona del campo e di conseguenza arriva il pareggio del capitano giallorosso con una acrobazia che infilza l'incolpevole Marchetti. Selfie e pareggio acciuffato. Pioli prova a inserire forze fresche. Entrano Onazi e Klose per Anderson e Djiordjevic. I ritmi si abbassano, le squadre si allungano e può succedere di tutto.

E la Lazio a sfiorare il gol vincente col tedesco ma De Santis si oppone e salva il risultato.

Fischio finale, tutti a festeggiare nelle proprie curve, e tutti, più o meno contenti. Non solo Calcio. Il derby si è giocato alla presenza di circa 55.700 spettatori, di cui 8.300 ospiti. Complessivamente sono stati impiegati 602 stewards all'interno dell'impianto e 113 all'esterno, addetti alle operazioni di prefiltraggio. L'incontro di calcio si è svolto regolarmente e all'interno dello stadio non si sono registrate particolari criticità per l'ordine pubblico. L'accurata attività di intelligence svolta dalla Polizia di Stato ha consentito di individuare un' autovettura parcheggiata nei pressi del bar River, nella quale si trovavano 6 bottiglie incendiarie molotov e 18 bombe carta ad alto potenziale, 25 bastoni, un coltello a serramanico ed un martello di grosse dimensioni. Attenti e scrupolosi controlli sono stati effettuati anche durante le operazioni di prefiltraggio, nel corso delle quali alcuni tifosi sono stati trovati in possesso di materiale vietato, un coltello, uno spray urticante e, nascoste nelle scarpe, alcune lettere che sarebbero servite per comporre uno striscione non autorizzato. 8 tifosi sono stati sorpresi privi di biglietto e sono stati sanzionati amministrativamente, mentre un tifoso è stato denunciato per aver scavalcato la recinzione nel settore distinti nord. Anche 8 "bagarini", nel corso dei controlli amministrativi effettuati, sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria. Prima dell'inizio dell'incontro un agente di Polizia impegnato nel servizio in Tribuna Tevere è stato lievemente ferito dallo scoppio di un petardo lanciato dal settore "distinti nord" ed è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso. Al termine dell'incontro, nel corso del deflusso dei tifosi, si sono registrati attimi di tensione nei pressi di Ponte Milvio, dove è stato necessario un intervento dei Reparti per disperdere un centinaio di tifosi laziali che cercavano di venire a contatto con le forze dell'Ordine. Nei tafferugli sono rimasti contusi 3 agenti della Polizia di Stato e un Carabiniere è rimasto ferito per lo scoppio di un petardo, confezionato con all'interno dei chiodi. Un altro ordigno, anche questo ad alto potenziale offensivo, è stato rinvenuto inesploso nei pressi di Ponte Milvio. Anche un tifoso laziale è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari per un colpo ricevuto alla testa da parte di un tifoso romanista. Presso gli uffici della Questura sono state accompagnate alcune persone la cui posizione è al vaglio degli investigatori.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento