menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aprilia, reindustrializzazione del territorio, l’incontro con il governatore Zingaretti all’Università Roma Tre

Ha avuto luogo lunedì 16 febbraio, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università Roma Tre, l’incontro sul tema della reindustrializzazione del territorio regionale, alla presenza del Vice Ministro per lo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti...

Ha avuto luogo lunedì 16 febbraio, presso l'Aula Magna del Rettorato dell'Università Roma Tre, l'incontro sul tema della reindustrializzazione del territorio regionale, alla presenza del Vice Ministro per lo Sviluppo Economico Claudio De Vincenti e del Presidente della Regione Nicola Zingaretti.

In rappresentanza del Comune di Aprilia è intervenuto l'Assessore alle Attività Produttive Vittorio Marchitti. Tema centrale del confronto tra istituzioni e parti sociali è stato il passaggio epocale tra industria "pesante" e industria cosiddetta "leggera", a garanzia di un potenziale rilancio produttivo e manifatturiero del Lazio. La Città di Aprilia, per le caratteristiche peculiari del suo territorio e soprattutto per la sostanziale presenza di siti ed opifici dismessi, causa anche di situazione di degrado e insicurezza, può inserirsi in un percorso globale di riconversione industriale. "Vogliamo attivare progetti, idee e politiche motrici per lo sviluppo industriale - ha detto l'Assessore Marchitti - presentando interventi che spingano i territori e le imprese a definire proposte e progetti dal basso, utilizzando anche le opportunità dei fondi europei 2014-2020. Il concetto di localizzazione delle imprese valorizzando i siti industriali dismessi si basa sulla prospettiva di favorire l'attrazione degli investimenti industriali e la ricollocazione delle imprese attraverso l'utilizzo della Legge 448/1998. La norma consente ai consorzi industriali di riacquistare i siti dismessi finanziati con intervento pubblico straordinario (ad esempio quelli della Cassa del Mezzogiorno) al prezzo stabilito dal perito nominato dal Presidente del Tribunale competente per territorio, decurtato dei contributi pubblici attualizzati ricevuti dal concessionario per la realizzazione dello stabilimento. In questo modo si favorirà l'insediamento di nuovi progetti industriali su siti produttivi oggi dismessi, e a costi fortemente vantaggiosi". LE BANDIERE PALESTINESI E DELLO STATO DI ISRAELE ESPOSTE IN COMUNE COME SEGNO DI SOLIDARIETÀ PER LE VITTIME DELLA GUERRA. Questa mattina sono state esposte sulla facciata del palazzo comunale di Piazza Roma le due bandiere palestinese e dello Stato di Israele quale iniziativa di solidarietà nei confronti delle vittime della Striscia di Gaza. L'iniziativa è stata assunta dall'esecutivo con Deliberazione di Giunta n. 21 del 3 febbraio, in esecuzione delle decisioni assunte dal Consiglio Comunale, che ha approvato una mozione presentata dal gruppo consiliare di Sel (Deliberazione n. 52 del 25 novembre 2014). In sede di discussione della mozione stessa, in Consiglio Comunale è infatti emersa la volontà di manifestare solidarietà per tutte le popolazioni coinvolte e vittime dei tragici eventi che accadono da anni senza soluzione di continuità in quei territori. I vessilli saranno esposti simbolicamente per trenta giorni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento