Castelli – Area Prenestina, 8 comuni si uniscono nella C.U.C (Centrale unica di committenza)

Capranica Prenestina, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Palestrina, Rocca di Cave, Rocca Priora, Rocca di Papa e Zagarolo sono gli otto comuni che hanno approvato e sottoscritto – ieri, martedì 3 febbraio - la proposta di convenzione della...

Capranica Prenestina, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Palestrina, Rocca di Cave, Rocca Priora, Rocca di Papa e Zagarolo sono gli otto comuni che hanno approvato e sottoscritto – ieri, martedì 3 febbraio - la proposta di convenzione della Comunità Montana aderendo ufficialmente alla C.U.C. Centrale Unica di Committenza dei Castelli Romani e Prenestini.

"La Comunità Montana ha già attivato la struttura tecnico-amministrativa della C.U.C. - dichiara soddisfatto il Presidente De Righi - all’interno della quale i Comuni troveranno l’ambiente idoneo a svolgere le loro attività di acquisizione di servizi e forniture nel rispetto della legge. Potranno altresì migliorare in questo modo la loro efficienza, favorendo la trasparenza e soprattutto risparmiando risorse importanti".

“In un quadro di grandi novità e soprattutto di grandi cambiamenti per gli enti locali – ha dichiarato il Sindaco di Rocca Priora Damiano Pucci – la Comunità Montana ha saputo cogliere un’occasione importante ovvero quella di mettere insieme diversi comuni del territorio in un progetto innovativo come la centrale unica di committenza”. La qualità della proposta della nostra unione è apparsa fin dall’inizio quella meglio strutturata in termini di analisi costi-benefici

Dello stesso avviso il Sindaco di Rocca di Papa Pasquale Boccia che ha sottolineato l’importanza del progetto grazie al quale si apriranno molte opportunità per il territorio soprattutto in tema di gestione associata dei servizi.

Il Sindaco di Zagarolo Giovanni Paniccia ha auspicato una sempre maggiore integrazione delle politiche dei comuni per raggiungere la giusta massa critica per l’autodeterminazione del processo di sviluppo locale dell’area dei castelli romani e prenestini

La Comunità Montana si è costituita - con deliberazione n. 68 dello scorso 11 novembre - quale aggregazione per la Centrale Unica di Committenza al servizio dei comuni associati, adempiendo alle disposizioni di legge operative dall’1 Gennaio 2015.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di ottimizzare e razionalizzare le risorse umane ed economiche dei tredici comuni associati, riducendo i termini delle procedure di gara con l'istituzione di una struttura centrale a cui demandare l'espletamento delle gare pubbliche. La centrale potrà operare anche per procedere ad acquisti comuni di beni e servizi con evidenti ed importanti risparmi di spesa, in previsione anche della costituzione di un mercato elettronico esclusivo del territorio finalizzato a valorizzare, nel rispetto dei principi di concorrenza e trasparenza, il tessuto produttivo locale.

“Protagonisti dell’intera operazione – evidenzia il Direttore generale della Comunità Montana e responsabile unico della CUC Dott. Rodolfo Salvatori – saranno i funzionari comunali che parteciperanno direttamente a tutte le fasi della procedura condividendo una esperienza di lavoro comune che li arricchirà professionalmente e li proietterà in una dimensione di area vasta anche in previsione delle enormi opportunità che deriveranno dalla programmazione europea 2014 – 2020”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento