menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
grottaferrata (1)

grottaferrata (1)

Grottaferrata, consiglio comunale molto movimentato tra mozioni ed interrogazioni

Il Consiglio comunale di Grottaferrata si venerdì 29 maggio, per la trattazione di atti di sindacato ispettivo e di indirizzo (Interpellanze, Interrogazioni, Mozioni), nonché per esaminare la duplice richiesta di convocazione, sottoscritta...

Il Consiglio comunale di Grottaferrata si venerdì 29 maggio, per la trattazione di atti di sindacato ispettivo e di indirizzo (Interpellanze, Interrogazioni, Mozioni), nonché per esaminare la duplice richiesta di convocazione, sottoscritta dall'opposizione, rispetto alle procedure in atto sulla Società Multiservizi e la Centrale Unica di Committenza.

Le sette Interrogazioni e le due Interpellanze presentate dalla minoranza, riguardavano i seguenti argomenti:

- gestione degli impianti sportivi comunali;

- utilizzo del garage a servizio della sede comunale di Palazzo Consoli;

- sistemazione dell'area di Largo Vandoeuvre;

- convenzione per la gestione del Servizio Idrico Integrato da parte di ACEA-ATO2;

- compendio immobiliare "Bartolomeo Gosio";

- abusivismo edilizio e recupero dei nuclei edilizi sorti spontaneamente;

- commemorazioni funebri laiche;

- indirizzi per la gestione in house dei servizi pubblici locali;

- adesione alla Centrale Unica di Committenza per lavori, servizi e forniture.

La Mozione si riferiva al Fondo di garanzia per la microimprenditorialità.

Di seguito una sintesi riepilogativa delle risposte fornite agli atti di sindacato ispettivo, tutti riscontrati per iscritto da parte del Sindaco e/o degli Assessori preposti:

RISPOSTE AD INTERROGAZIONI

- gestione degli impianti sportivi comunali (presentata da "La Città al Governo"): l'Assessore CONSOLI ha dichiarato che tutte le associazioni sportive concessionarie degli impianti comunali sono in regola con i pagamenti dei canoni concessori, così come per il pagamento delle bollette delle utenze (alcune ancora in attesa di voltura). Limitatamente ai campi di calcio di Via degli Ulivi e Via Vecchia di Velletri, è stato chiesto alle Società erogatrici dei Servizi (luce e gas) di intestare alla Vivace Grottaferrata le bollette relative al periodo 14 ottobre 2014 (data dell'affido provvisorio della gestione dei campi di calcio) - data di voltura delle singole utenze. Ove ciò non sia possibile, si richiederà alla Vivace il rimborso delle bollette come da convenzione. Il Sindaco FONTANA ha integrato la risposta dell'Assessore CONSOLI soggiungendo che, rispetto alla gestione futura, l'Amministrazione comunale sta valutando la possibilità di prolungare di un anno la gestione in concessione degli impianti, in scadenza al 31 luglio 2015. Ciò, tenuto conto che il 24 giugno p.v. è fissata l'udienza dinanzi al TAR del Lazio rispetto al ricorso opposto dall'ASD Polisportiva Città di Grottaferrata verso la risoluzione della Convenzione per la gestione degli impianti sportivi comunali.

- utilizzo del garage a servizio della sede comunale di Palazzo Consoli (presentata dal Gruppo consiliare PD): il Sindaco FONTANA ha chiarito le recenti modifiche alla ripartizione dei posti auto nel garage comunale, motivando la stessa con l'esigenza di prevedere stabilmente 7 posti auto (Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio comunale) oltre ad ulteriori 3 posti auto per lo Staff del Sindaco (2 unità ex art. 90 TUEL ed 1 visitatore). Ciò, per effetto della quotidiana presenza degli Amministratori a Palazzo Consoli, a differenza del recente passato. Il Sindaco, inoltre, ha informato il Consiglio comunale che le autovetture autorizzate a parcheggiare all'interno del garage sono state tutte censite e dotate di apposito pass da esporre all'interno dell'abitacolo, affinché possano essere svolte le opportune verifiche.

- sistemazione dell'area di Largo Vandoeuvre (presentata dal Movimento 5 Stelle): l'Assessore PAOLUCCI ha chiarito la natura/le modalità esecutive degli interventi di riqualificazione dell'area di Largo Vandoeuvre, effettuati da Ditte locali in occasione della 415^ Fiera Nazionale di Grottaferrata. I lavori, proposti da 5 imprese locali, sono stati effettuati dal 24 febbraio al 10 marzo scorsi, sotto forma di "contratti di sponsorizzazione", con affidamento diretto della manutenzione ordinaria, svolta con oneri a completo carico delle Ditte medesime e sotto il controllo dell'Ufficio Tecnico comunale;

- convenzione per la gestione del Servizio Idrico Integrato da parte di ACEA-ATO2 (presentata dal Gruppo consiliare PD): l'Assessore AMBROGIONI ha ricordato ai Consiglieri interroganti che l'Amministrazione comunale, sin dall'insediamento, ha chiesto ed ottenuto incontri con i vertici di ACEA, nel corso dei quali sono state rappresentate le annose problematiche riguardanti la necessità di interventi di bonifica e di realizzazione di nuova rete idrica generale, nonché la presa in carico, da parte di ACEA, dei nuovi impianti, idrici e fognari, realizzati a seguito di opere di urbanizzazione primaria. In esito a detti incontro, il Comune, in accordo con ACEA, ha definito la programmazione per la urgente realizzazione di numerosi interventi sul territorio comunale, tra cui 1) il ripristino dell'uso del depuratore di Grottaferrata per i Cittadini residenti, bloccato da tempo per l'utilizzo dello stesso da parte del Comune di Rocca di Papa che aveva avuto sequestrati i suoi due depuratori; 2) la bonifica dell'acquedotto (ossia la sostituzione delle tubazioni fatiscenti) nelle zone dove ripetutamente si verificano perdite idiriche (es.: Via F. Marinetti, Via Valle della Noce, Via Monte Grappa, Via Anagnina, Via G. Quattrucci, ecc.); 3) l'ampiamento della rete idrica in Via di Villa Senni, per adduzione al Piano degli Insediamenti Produttivi ed alla futura Isola Ecologica, nonché nelle altre zone della Città bisognevoli di tale ampliamento; 4) opere di urbanizzazione primaria: presa in carico, rete idrica, fognatura ed impianto di sollevamento ex Piano di zona Borghetto (Via del Piscaro). Inoltre, rispetto alle perdite idriche su strada, ACEA ha assicurato - oltre ai citati interventi di bonifica - tempi più brevi d'intervento per la riparazione. Infine, con nota scritta è stato chiesto ad ACEA, Direzione Commerciale, chiarimenti riguardo le disfunzioni rilevate nell'invio delle fatturazioni e l'apertura di un apposito sportello per l'utenza presso questo Comune e si è in attesa di risposta;compendio immobiliare "Bartolomeo Gosio";

- compendio immobiliare "Bartolomeo Gosio" (presentata dal Gruppo consiliare PD): il Sindaco, quale delegato all'Urbanistica, ha chiarito i termini dei sopralluoghi effettuati nei giorni 20, 22 e 23 aprile scorsi, presso l'immobile in argomento, situato nella zona di Borghetto-Via Montiglioni/Via Sant'Andrea. Gli accertamenti tecnici di vigilanza edilizia, scaturiti anche da comunicazioni pervenute dalla locale Stazione dei Carabinieri e dal Servizio Sociale comunale, sono state preavvisate all'Ente Roma Capitale, proprietario dell'immobile. L'Ente, tuttavia, non ha inviato alcun Funzionario in loco, comunicando di restare in attesa di una ulteriore convocazione al termine degli accertamenti per svolgere una riunione di aggiornamento. Stante la complessità delle attività di vigilanza edilizia da effettuare, l'Ufficio Tecnico ha organizzato n. 4 squadre di rilevatori, affiancando gli operatori tecnici, per la necessaria sicurezza, con almeno un militare dell'Arma dei Carabinieri ed un Agente della Polizia Locale. Il Commissariato della Polizia di Stato di Frascati è stato avvisato per tempo, al fine delle valutazioni di competenza. I sopralluoghi si sono svolti regolarmente e senza problematiche di ordine pubblico ed è in corso lo sviluppo delle graficizzazioni e dei rilievi fotografici. Dai primi rilievi effettuati dall'Ufficio Tecnico comunale, sono emerse violazioni alle norme urbanistico-edilizie, alle norme sulla sicurezza, alle norme in materia antisismica, alle norme igienico sanitarie per carenza di agibilità ed alle norme ambientali per abbandono di rifiuti, alle norme paesistiche ed a quelle relative al vincolo archeologico nonché di paventato inquinamento ambientale relativamente allo scarico di acque nere. E' altresì in corso, da parte delle Forze dell'Ordine, il riscontro dei numerosi nominativi dei responsabili degli abusi, stante anche la necessità di effettuare convocazioni o indagini su nominativi impossibilitati a presenziare al sopralluogo per motivi di lavoro o per problematiche legate a provvedimenti restrittivi dovuti a procedimenti penali. Trattandosi di abusi edilizi, di normativa antisismica, igienico sanitaria ed ambientale, oltre che di vincoli paesistici ed archeologici, il Sindaco ha comunicato ai Consiglieri interroganti l'impossibilità di assumere maggiori informazioni dagli Uffici comunali interessati, posto l'obbligo di relazionare preventivamente l'Autorità Giudiziari per il tramite delle forze di Polizia Giudiziaria operanti congiuntamente. Inoltre, è stata dichiarata come inopportuna l'indizione di un'Assemblea pubblica con i soggetti interessati dai procedimenti in corso, in presenza del Sindaco rappresentante legale dell'Ente;

- abusivismo edilizio e recupero dei nuclei edilizi sorti spontaneamente (presentata dal Movimento 5 Stelle): il Sindaco FONTANA, quale delegato all'Urbanistica, ha informato il Consiglio sulle procedure adottate in passato riguardo la specifica problematica, precisando che nel luglio 2011 la Mozione presentata dall'allora Consigliere di minoranza Giampiero FONTANA, oggi Sindaco, era stata trasformata in Ordine del Giorno dalla maggioranza, riducendo, di fatto, i conseguenti obblighi della Giunta e del Sindaco MORI nell'affrontare le perimetrazioni dei nuclei edilizi abusivi. Tuttavia, nel marzo 2012 è stato affidato un incarico finalizzato a "Perimetrazione nuclei edilizi sorti spontaneamente, ai sensi della L.R. 28/80", per un importo di euro 38.600,00 comprensivi di IVA ed oneri previdenziali, coperto da finanziamento regionale. Nel luglio 2012 è stata predisposta, e consegnata a mano dal professionista, una prima stesura di bozza di lavoro con un'ipotesi, di larga massima, di individuazione di tre ambiti di attenzione da assoggettare a perimetrazione: a) Isola Amministrativa; b) Molara; c) Castel de Paolis, dove è stata graficizzata un'analisi dello stato di fatto con individuazione della consistenza edilizia. Nel dicembre 2012, a seguito di una riunione programmatica, l'Amministrazione MORI ha evidenziato la necessità di individuare dei criteri operativi per procedere al completamento della perimetrazione dei nuclei. A seguito delle dimissioni del Sindaco MORI, avvenute nell'aprile 2013, detti criteri non sono stati mai definiti/trasmessi al professionista incaricato. Nell'agosto 2013 è stato liquidato un acconto del 40% al professionista incaricato (euro 15.439,99, comprensivi di IVA e contributi previdenziali). Allo stato attuale, considerato che il tema è di massima rilevanza anche perché costituisce uno dei punti fondamentali della Giunta in carica, di cui alla Delibera di Consiglio comunale n. 17/2014, sono in corso valutazioni/riunioni tese a definire le linee programmatiche/i criteri operativi da indicare al professionista incaricato, al fine di consentire l'espletamento dell'incarico medesimo, dovendo tenere conto che allo stato della normativa vigente le perimetrazioni dei nuclei di edilizia spontaneamente sorti devono essere effettuate rilevando le costruzioni abusive ultimate fino alla data del 31 dicembre 1993, a seguito della modifica introdotta dall'art. 1 della L.R. 17 dicembre 1996, n. 58. Inoltre, le perimetrazioni devono tenere conto di una serie di "Direttive e prescrizioni per il riordino delle morfologia definite dall'art. 57 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Territoriale Provinciale Generale della Provincia di Roma, approvato nel 2010 dall'Amministrazione Zingaretti. L'Amministrazione comunale, considerate le limitazioni imposte dalla vigente normativa, sta seguendo con attenzione la proposta di modifica promossa dall'"Associazione delle periferie romane", finalizzata a considerare i "nuclei abusivi" quali nuclei di edilizia spontaneamente sorti, quindi comprendenti tutte le realtà edificate fuori della pianificazione urbanistica attuativa o generale, inclusi i fabbricati regolari in zona agricola, quelli regolarizzati e quelli ancora da regolarizzare, nessuno escluso e nel rispetto delle normative paesaggistiche e di tutela. Tale proposta è stata presentata anche nella Città di Frascati durante il Convegno tenutosi il 28 maggio scorso, dove gli interventi dei qualificati Relatori hanno indotto a ritenere che saremmo prossimi, mediante appunto la proposta di legge di cui trattasi, ad un'apertura verso tutti i fabbricati esistenti nei nuclei spontaneamente sorti, senza pertanto escludere parte dei Cittadini residenti sinora limitati da situazioni di pregressi illeciti amministrativi. Al riguardo, l'Amministrazione comunale sta concretamente operando affinché il dibattito sulla specifica materia delle perimetrazioni dei nuclei edilizi sorti spontaneamente, possa svolgersi anche nel Comune di Grottaferrata tramite un Convegno previsto entro la fine del prossimo mese di giugno, nel quale approfondire anche la questione della sovrapposizione dei vincoli di tutela sovraordinati agli strumenti urbanistici;

- commemorazioni funebri laiche (presentata dal Movimento 5 Stelle): l'Assessore PASSINI ha reso noto al Consiglio che saranno destinati a tale scopo alcuni luoghi già individuati per le celebrazioni dei matrimoni civili (Teatro Sacro Cuore, Area esterna Teatro Sacro Cuore, Aule consiliari di Palazzo Consoli e di Palazzo Gutter, oltre all'area antistante l'ex Biblioteca comunale di Via Giuliano della Rovere);

RISPOSTE AD INTERPELLANZE

- indirizzi per la gestione in house dei servizi pubblici locali (presentata dal Gruppo consiliare PD): il Sindaco FONTANA ha confermato l'intenzione dell'Amministrazione comunale, come già approvato con Delibera di Giunta n. 49/2015, di giungere, quanto prima, alla costituzione di una Società Multiservizi che consenta di incidere attivamente sull'assetto dei servizi pubblici erogati, coniugando l'efficienza, l'economicità e la ricaduta socio/economica della relativa gestione sul tessuto urbano locale (indotto in termini di risparmio e possibilità occupazionali). Al riguardo, gli Uffici comunali preposti stanno individuando le professionalità necessarie a contestualizzare la costituzione della Società Multiservizi, nonché ad allocare le necessarie risorse finanziarie nel prossimo Bilancio di previsione;

- adesione alla Centrale Unica di Committenza per lavori, servizi e forniture (presentata dal Gruppo consiliare PD): il Sindaco FONTANA, rilevando la non comprensione dell'Interpellanza in quanto l'obbligo per i Comuni, sullo specifico argomento, decorrerà, per legge, dal prossimo 1° settembre, ha evidenziato che non è stata avviata alcuna Convenzione in tal senso poiché lo stesso Consiglio comunale non ha ancora deliberato in merito. Nel confermare che, ad oggi, l'Amministrazione comunale opera autonomamente rispetto ai bandi di gara per lavori, servizi e forniture, così come farà sino al 1° settembre p.v., il Sindaco ha informato i Consiglieri comunali che sono in corso approfonditi contatti con alcune Amministrazioni comunai comprensoriali, al fine di addivenire, entro la citata scadenza, ad una struttura convenzionata organizzata.

MOZIONE Fondo di garanzia per la microimprenditorialità (presentata dal Movimento 5 Stelle): l'Assessore PAOLUCCI ha ringraziato il Consigliere proponente, informandolo riguardo al fatto che l'Amministrazione comunale ha fatto proprie le indicazioni contenute nell'atto di indirizzo. Infatti, sul sito web istituzionale è stata pubblicato apposito avviso contenente tutta l'informativa relativa al predetto Fondo, nonché i riferimenti normativi ed istituzionali. Inoltre, tramite i pannelli informativi gestiti dalla XI Comunità Montata e dislocati sul territorio comunale, saranno forniti gli opportuni avvisi alla popolazione, evidenziando l'elenco dei Consulenti preposti sul territorio comunale. La Mozione, stante l'avvenuto e pronto recepimento, è stata ritirata.

Conclusi i lavori sugli atti di sindacato ispettivo e di indirizzo, il Consiglio comunale aveva in programma la discussione di due ulteriori argomenti, peraltro già affrontati nella trattazione delle due citate Interpellanze (Multiservizi e Stazione Unica Appaltante). Tale discussione, derivava dalla richiesta anzitempo presentata dai Consiglieri comunali di minoranza, volta alla convocazione del Consiglio sulle due specifiche tematiche.

Tuttavia, prima di avviare il dibattito, la Consigliera di Forza Italia Michela PALOZZI, a nome della maggioranza, poneva la questione pregiudiziale ai sensi dell'art. 52 del Regolamento di Consiglio comunale, ritenendo i citati due punti espressi in modo vago e fumoso. La Consigliera PALOZZI soggiungeva che l'indeterminatezza degli argomenti era tale da non garantire un dibattito regolare oltre che conforme alle disposizioni del comma 6, art. 34 del citato Regolamento di Consiglio, dove si dispone che gli argomenti all'Ordine del Giorno debbano essere indicati con definizioni chiare e specifiche, tali da consentire ai Consiglieri di individuarne con certezza l'oggetto. Dopo una breve sospensione dei lavori, richiesta dai Consiglieri di minoranza, la questione pregiudiziale posta dalla maggioranza è stata approvata con 9 voti favorevoli e 6 contrari, chiudendo in tal modo i lavori del Consiglio.

Area degli allegati

Visualizza anteprima allegato 2015 mag 30 esiti consiglio comunale del 29 maggio 2015.doc

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento