Grottaferrata, Lorena Fantauzzi propone un progetto culturale multimediale insieme al Tuscolo

Per Grottaferrata, quale città pilota e hinterland del Tuscolo, dovremmo ideare e sviluppare dalla Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Lazio, un  progetto con lo scopo di garantire la tutela, la conservazione ma anche la...

Lorena Fantuazzi

Per Grottaferrata, quale città pilota e hinterland del Tuscolo, dovremmo ideare e sviluppare dalla Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Lazio, un progetto con lo scopo di garantire la tutela, la conservazione ma anche la valorizzazione dei beni culturali del territorio castellano e precipuamente di Grottaferrata.

Progetto culturale multimediale di Grottaferrata e Tuscolo per il coinvolgimento totale delle risorse ambientali architettoniche archeologiche ma anche le attività creative produttive artistiche culturali e ricettive.

L'intenzione è quella di veicolare un'immagine integrata e coordinata dei siti che dovrebbe riportare la città e il suo territorio all'attenzione del turismo culturale.

Tutto questo unitamente al patrimonio creativo e produttive ed alle risorse ed energie artistiche, culturali e di spettacolo, creando occasioni di sviluppo, operosità, turistiche, intellettuali, potenzialità, economiche, culturali produttive e paesaggistiche. Portare l'attenzione del turismo internazionale valorizzandone i monumenti presenti sul territorio dell’abbazia di San Nilo, delle catacombe (ad decimum ) ed è il sito archeologico del tuscolo.

Infatti, il numero di visitatori nei siti del Tuscolo èrimasto praticamente al livello del 1996, contrariamente a quanto accaduto su scala nazionale e in particolare a Roma, dove il ritmo di crescita media annua è elevato (+ 6/7 per cento di visitatori).

"Il progetto sarà fondamentale per valorizzare questi siti. Permetterà una maggiore conoscenza e unamaggiore fruizione di questi" che "sono ormai chiare le potenzialità culturali ed economiche che il Polo castellano di Grottaferrata può esprimere", spiegando che "molti obiettivi sono già stati raggiunti", tra cui "ottimizzare, in accordo con l'Assessorato Regionale, gli investimenti per il restauro e la manutenzione delle emergenze monumentali dell'area castellana di Grottaferrata e Tuscolo" e "procedere sulla strada di intese per favorire la partecipazione al progetto anche "un sistema che coniuga il concetto di tutela e conservazione dei Beni culturali, con la loro valorizzazione in quanto parte integrante di un piùampio ambito territoriale. La cultura - ha continuato - può essere intesa non solo come patrimonio di opere, di eventi, ma anche come sistema delle regole di interrelazione di una comunità, come capitale umano con il coinvolgimento totale di artisti, siano essi attori, cantanti, ballerini, pittori, poeti, scrittori, scultori, in un gande progetto globale dell’arte e cultura, facendo diventare Grottaferrata “CITTA DELL’ARTE" in un sistema che integri l’antico e il moderno coinvolgendo il sistema artistico, ambientale, paesaggistico ed il sistema museale con l’Abbazia di. Grottaferratacompetitivo e in quest'ottica il mecenatismo èfondamentale". Creare forme di laboratori e rassegne sarebbe ideale.: Istituire per esempio Una rassegna dei codici" di cui ",, il territorio è è è ampia cucina, diventerebbe Il fiore occhiello

L'alleanza fra pubblico e privato diventa cruciale.

Non abbiamo materie prime ma qualcosa che nessun altro ha: il patrimonio culturale e turistico ricettivo (potenziando il valore aggiunto della convegnistica). Bisogna quindi investire in questo settore.

E qui bisogna sottolineare l'importanza dei cosiddetti servizi aggiuntivi (ristoranti, bookstore, cantine vinicole, unità turistiche e tutti quei servizi che possono migliorare l'esperienza del visitatore).

Il patrimonio culturale non è destinato solamente agli studiosi, agli addetti ai lavori ma anche alle famiglie, ai cittadini.

Dobbiamo rendere ospitale il territorio dove i beni culturali rappresentano le eccellenze. Va posto in rilievo l'importanza delle risorse necessarie per sostenere la spesa corrente dei siti, senza la quale non è possibile avviare veramente un'operazione di valorizzazione. Il problema è quello di veicolare, agli occhi del mondo, l'immagine di un paese di cultura. Per questo crediamo che sia molto importante la collaborazione con le istituzioni locali e la fattiva intelligenza dei cittadini affinché Grottaferrata cresca e dia un incentivo propulsivo a questa Città degna di dimensione europea, con il coinvolgimento della società civile.

Curriculum Lorena Fantauzzi

Lorena Fantauzzi Giornalista - Consulente uffici stampa e promozione - Programmista regista Esperta Call Center Consulente telefonico - Addetto customer.

E’ nata nel 1973 a Marino e vive tra Marino eGrottaferrata, dove ha frequentato l?Isituto Sacro Cuore.Ha conseguito il diploma magistrale presso l’Istituto Magistrale Giovanni XXIII di Ostia Lido (RM). Abilitata all’insegnamento, giornalista/pubblicista EQF, VI livello europeo delle qualifiche corrispondente al primo ciclo di titolo accademico. É giornalista iscritta all’Ordine del Lazio dal 1996, assistente ai programmi con matricola Rai, ha collaborato a varie testate nazionali (TEMPO, LIBERO e altri quotidiani) talvolta dirigendole. Autrice, conduttrice, inviata speciale di rubriche televisive di reti Rai e nazionali. Si è formata professionalmente presso il giornale “CASTELLI” fin da giovanissima con il ruolo di redattrice. Ideatrice e curatrice di eventi speciali, culturali e di spettacolo. Ufficio stampa di enti, privati e personaggi dello spettacolo. Esperienze giornalistiche, radiofoniche, televisive, ufficio immagine e stampa, organizzazione eventi ed esperta in giornalismo del gossip e di inchiesta. Curatrice di rubriche e interviste a personaggi dello spettacolo, del sociale e dell’attualità sia per giornali che per radio e televisioni.

Ha coordinato l’ufficio stampa di programmi Rai, consulente e redattrice di programmi Rai 1 e Rai 2 per l’area di intrattenimento.

Ha partecipato a due master per giornalisti ed operatori dell’informazione presso l’Università di Urbino, organizzati dall’USPI (Unione Stampa Periodica Italiana), sotto la direzione scientifica della Prof.ssa Mazzoni, preside della facoltà di sociologia della stessa università.

Attualmente è vicedirettore del giornale telematico www.lasvolta.info edito alle edizioni Terzi settore.

Vice direttore della Iris Tv e responsabile della sanità.

Ha conseguito attestato di partecipazione al corso di formazione professionale disciplinati dal regolamento IVASS rilasciato dalla Luiss Business School. Attestato di certificazione per le polizze assicurative Filliassur e i processi di vendita basato sulle tematiche di ricovero e infortunio rilasciato dalla Filliassur International. Attestato rilasciato dal prof. Avv. Paolo Furlan certificato Enac per corso di formazione iniziale di security per la categoria A13. Iscritta alla piattaforma della formazione professionale S.I.G.E.F. Sistema Informativo Gestione Formazione dell’Ordine dei Giornalisti Consiglio Nazionale. Ha ottenuto “PREMIO NUOVA EUROPA” presso Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma (2004) per essere stata una delle giornaliste più giovani d’Italia ad aver “inventato” una nuova formula di comunicazione dedicata allo “showbiz”, facendo emergere il business sommerso del mondo della notte nella provincia italiana (pub, discoteche, ristobar, tendenze, etc.) Nel 2006 ha ricevuto il Cortina Top Press con il colleghi della stampa italiana. Nel 2010 ottiene il Premio Marsica Abruzzo per il giornalismo per i servizi dai luoghi del terremoto, unitamente a Pino Aprile, Claudio Brachino e Andrea Pamparana.

2016: ha vinto il Premio giornalistico “Donna Comunicazione” presso la Bayer di Milano per i servizi giornalistici sui canili r randagismo pubblicati sul settimanale Cronaca Vera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  1. Premio Comunicazione e Giornalismo conseguito al Foro Italico nell’ambito degli internazionali di Tennis conferito dai Veterani dello Sport per la struggente e toccante storia sulla stessa madre uccisa da una brutta storia di malasanità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento