menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marino, inviati alla corte dei conti gli atti per i lavori pubblici per 600 mila euro

In relazione agli articoli di stampa usciti in data odierna si precisa che ad oggi la Corte dei Conti nei confronti del Comune di Marino non ha espletato alcun procedimento se non la richiesta di acquisizione di tutti gli atti relativi agli

In relazione agli articoli di stampa usciti in data odierna si precisa che ad oggi la Corte dei Conti nei confronti del Comune di Marino non ha espletato alcun procedimento se non la richiesta di acquisizione di tutti gli atti relativi agli

incarichi tecnici conferiti dal 2010 al 2015 dal settore Lavori Pubblici e Urbanistica per l' ammontare di una cifra che si aggira attorno ai 600mila euro e non ai 5 milioni, come erroneamente - e non sappiamo sulla base di quale fonte - riferiva l'edizione odierna di un quotidiano romano. Altresì non figura alcun appalto nel materiale oggetto di contestazione.

La contestuale messa in mora dei dirigenti e funzionari titolari di tali procedimenti in nessun modo va ad addebitare responsabilità agli stessi, trattandosi di un atto cautelativo e dovuto in attesa degli esiti delle indagini che la Corte dei Conti farà sui documenti che l'ente ha puntualmente trasmesso e sull'esito delle quali l'Amministrazione si dice fiduciosa.

Per mera completezza sono stati inviati al vaglio dei giudici contabili anche incarichi dati a fronte di fondi comunitari (Progetto Plus) che, tuttavia, hanno già subito due gradi di verifica di enti superiori al Comune di Marino, nello specifico, appunto, la Regione Lazio e l'Unione Europea.

Peraltro proprio su tali finanziamenti - come avevamo avuto modo di comunicare anche in precedenti note - la Regione Lazio ha pubblicamente riconosciuto al Comune di Marino il merito di aver gestito al meglio tali fondi e redatto con assoluta puntualità e precisione i dovuti atti di rendicontazione.

Va sottolineato inoltre che da tempo il Comune di Marino per tutti gli atti prodotti dai singoli settori e aree dell'Ente stesso si è dotato di un procedimento interno di controllo che vede anche una ulteriore verifica da parte del segretario generale e del responsabile del settore economico-finanziario.

Per correttezza di informazione è inoltre necessario precisare che tali atti nulla hanno a che vedere con l'inchiesta penale in corso ad opera della Procura della Repubblica di Velletri.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento