Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma Sora

Ceprano, dopo un inseguimento arrestata una rom doveva espiare una pena

Ceprano, i militari della locale Stazione, capeggiati dal Comandante del citato Reparto intervenuto libero dal servizio,  compagnia di Pontecorvo, traevano in arresto J.F., 39enne di origine rom domiciliata a Frosinone e già censita,

Ceprano, i militari della locale Stazione, capeggiati dal Comandante del citato Reparto intervenuto libero dal servizio, compagnia di Pontecorvo, traevano in arresto J.F., 39enne di origine rom domiciliata a Frosinone e già censita, in ottemperanza all'ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dal Tribunale di Bologna in data 18 settembre 2013 per l'espiazione della pena detentiva di anni 17, poiché riconosciuta colpevole del reato di "evasione dagli arresti domiciliari, furto e rapina".

La stessa, intercettata alla guida di una autovettura con a bordo una diciottenne ed una quattordicenne entrambe di etnia rom e domiciliate e Frosinone, alla vista dei militari operanti tentava di darsi alla fuga ma veniva prontamente bloccata. A seguito di perquisizione veicolare i militari operanti rinvenivano, occultati all'interno del cofano, nr. 2 cacciaviti di colore nero e arancione della lunghezza complessiva di cm 20 e nr. 1 mazzola del peso di kg. 3 avente manico in legno della lunghezza di cm. 60, sottoposti a sequestro.

Quindi, ricorrendone i presupposti, le donne venivano deferite in stato di libertà per il reato di "possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli", nonché avviato il procedimento amministrativo finalizzato alla emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Ceprano per anni tre. L'arrestata, espletate le formalità di rito, veniva associata presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia

AQUINO, PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA ARRESTATO UN ROMENO AD ESPERIA

Aquino, i militari della locale Stazione, compagnia di Pontecorvo, traevano in arresto V.M., 37enne cittadino romeno residente ad Esperia, poiché ritenuto responsabile dei reati di "maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata".

Alle precedenti ore 12,30 circa il prevenuto, all'interno del parcheggio antistante la stazione ferroviaria di Aquino, raggiungeva la propria convivente connazionale 26enne e, dopo averla aggredita con calci e pugni, tentava di sottrarle il figlio minore di anni 4.

Nella circostanza i militari operanti, a seguito della richiesta di soccorso effettuata telefonicamente dalla donna direttamente alla Stazione Carabinieri di Aquino, giungevano immediatamente sul posto e procedevano all'arresto dell'uomo nella flagranza del reato.

La vittima, trasportata presso il pronto soccorso dell'Ospedale Civile di Cassino ove veniva riscontrata affetta da lesioni, formalizzava successivamente una denuncia querela con la quale riferiva che nei giorni addietro, oltre ad aver subito reiterate violenze da parte del convivente, era stata anche costretta ad un rapporto sessuale non voluto (anche in questo caso era obbligata a ricorrere alle cure mediche presso lo stesso nosocomio).

ALATRI, ALLONTANATI DUE NAPOLETANI VENDEVANO PRODOTTI CONTRAFFATTI

Alatri, i militari della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio di controllo del territorio, deferivano in stato di libertà per "introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi" un 41enne della provincia di Napoli già censito. Il predetto, intercettato dai militari operanti a bordo della propria autovettura nei pressi di obiettivi sensibili e sottoposto a perquisizione, veniva trovato in possesso di capi d'abbigliamento contraffatti, recanti marchi di note ditte internazionali, sottoposti a sequestro. Nella circostanza l'uomo, nonché altre due persone delle stessa Provincia già censite che si trovavano a bordo dell'autovettura, veniva proposte per l'irrogazione del F.V.O. con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre.

SORA, ARRESTATO UN GIOVANE 28ENNE PER DROGA E DEFERITA ALTRA PERSONA

Sora, i militari del NORM della locale Compagnia, nell'ambito di predisposti servizi antidroga, traevano in arresto V.L., 28enne del luogo, trovato in possesso di grammi 1,30 di sostanza stupefacente del tipo "cocaina", già confezionata in nr.3 dosi. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare venivano rinvenuti ulteriori grammi 6,60 della medesima sostanza, confezionata in nr.15 dosi. L'uomo, ad espletate formalità di rito, veniva tradotto in regime degli arresti domiciliari presso il suo domicilio e deferivano in stato di libertà un 37enne del luogo per "rifiuto dell'accertamento dello stato di ebbrezza alcolica". Il predetto, a seguito di incidente stradale ove rimaneva coinvolto solo il mezzo da lui condotto, si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti previsti dalla normativa vigente. Il documento di guida veniva ritirato;

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceprano, dopo un inseguimento arrestata una rom doveva espiare una pena

FrosinoneToday è in caricamento