menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cervaro, chiusa per 15 giorni la discoteca Bellavita

Cervaro, chiusa per 15 giorni la discoteca Bellavita

Cervaro, chiusa per 15 giorni la discoteca Bellavita

A Cervaro i militari della Compagnia di Cassino procedevano a notificare, al titolare della discoteca “Bellavita”, l’ordinanza di chiusura del locale per quindici giorni emessa dal Questore di Frosinone.

A Cervaro i militari della Compagnia di Cassino procedevano a notificare, al titolare della discoteca "Bellavita", l'ordinanza di chiusura del locale per quindici giorni emessa dal Questore di Frosinone. Il provvedimento scaturisce da una proposta effettuata dai militari della Compagnia di Cassino a seguito di eventi avvenuti all'interno ed all'esterno del locale ed in particolare non venivano rispettate le prescrizioni riportate nell'autorizzazione ovvero:

- non far accedere all'interno del locale un numero di avventori superiore a quello consentito;

- non adibire a sala da ballo locali diversi da quelli autorizzati;

- realizzare un'area parcheggio di pertinenza da utilizzare anche per l'accessibilità dei mezzi di

soccorso, come indicato nella relazione tecnica della Commissione Comunale di Pubblico

Spettacolo.

- evitare situazioni di pericolo ed intralcio alla circolazione stradale, dovute alla sosta di autoveicoli

lungo la strada regionale che costeggia l'ingresso della discoteca.

In merito a quest'ultimo punto si denota che:

- lo scorso anno si è verificato il decesso di una ragazza straniera che, uscita dal locale, veniva travolta

da un furgone mentre tentava di raggiungere la sua autovettura parcata lungo la citata arteria, mentre

il ragazzo che la accompagnava riportava gravi ferite.

Inoltre la mattinata successiva ad una serata danzante nel decorso mese di febbraio, il personale delle pulizie rinveniva una donna addormentata all'interno dei bagni degli uomini, completamente nuda e senza effetti personali.

Fiuggi, denunciato un nigeriano per inosservanza di obblighi

Fiuggi i Carabinieri della locale Stazione deferivano in stato di libertà un 33enne di nazionalità nigeriana resosi responsabile dell'inosservanza degli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Il predetto, già sottoposto alla misura di prevenzione del F.V.O. con divieto di ritorno nel Comune di Fiuggi per tre anni, veniva sorpreso dai militari operanti nel territorio di quel comune
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento