menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciampino, la CISL FP chiede all'Amministrazione di firmare al più presto il contratto dei lavoratori

I Sindacati sono pronti a una class-action per difendere gli interessi dei dipendenti

I Sindacati sono pronti a una class-action per difendere gli interessi dei dipendenti

La CISL FP di Roma Capitale e Rieti chiede al Comune di Ciampino di firmare al più presto il contratto dei lavoratori. «Il 30 Ottobre abbiamo faticosamente raggiunto un accordo di pre-intesa con l'Amministrazione - dichiara la CISL FP in un comunicato - sottoscritto dalla nostra sigla sindacale e dalla FP CGIL, nonché da tre RSU, ma a oggi non è stata ancora convocata la delegazione trattante per firmare definitivamente l'accordo sul fondo 2015. Era dal 2013 che non si firmavano accordi con l'Amministrazione. Ogni giorno che passa potrebbe far perdere soldi ai dipendenti, e non avere servizi migliori per i cittadini. Infatti sono stati stanziati dall'Amministrazione 118.000 euro per progetti intersettoriali finalizzati, e 145.000 per progetti sulla sicurezza urbana e stradale destinati alla Polizia Locale, oltre ovviamente allo stanziamento per il pagamento delle indennità e per effettuare progressioni economiche orizzontali, quindi per il riconoscimento economico della carriera. Un accordo che noi riteniamo positivo e ricevibile - continua il comunicato - visto anche quello che sta accadendo in molti altri enti, come nel Comune di Roma, dove ancora vige un atto unilaterale che sta facendo perdere centinaia di euro al mese ai propri dipendenti».

«Abbiamo inviato una nota per sollecitare l'Amministrazione a convocare le rappresentanze sindacali al più presto - dichiara ancora la CISL FP - per sottoscrivere definitivamente l'intesa e per procedere alla realizzazione dei progetti finalizzati, che consentiranno una migliore erogazione dei servizi ai cittadini nonché una maggiore sicurezza sulle strade di Ciampino. Dal mese di settembre abbiamo richiesto formalmente alla RSU di procedere all'indizione di un referendum tra i lavoratori, per chiedere il loro parere sulla proposta del contratto, ma a oggi il referendum non è stato fatto e ora non ci sono più i tempi per aspettare oltre, visto che siamo arrivati alla metà di novembre. Quindi chiediamo all'Amministrazione di procedere nell'immediato per tutelare i cittadini e i dipendenti di Ciampino, e se ciò non avverrà siamo pronti a attivare una class-action sia per difendere gli interessi dei lavoratori, sia soprattutto di chi vive a Ciampino, per chiedere un risarcimento del danno per la perdita di chance dei dipendenti e per l'impossibilità di avere servizi più efficienti da parte dei cittadini. Chiederemo i danni a chi - conclude il Sindacato - con il proprio comportamento, per ritardi ed inadempienze, causerà tali incalcolabili danni».

Sara Marazza

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento