Colleferro, Cacciotti: hanno fermato me ma non fermeranno i tanti lavori avviati

In merito alla nota degli ex consiglieri della passata maggioranza Del Prete, Giuliani, Sofi e Rossi che, insieme agli ex della minoranza Del Brusco e Gessi, appoggiano la candidatura a sindaco di Emanuele Girolami, interviene l’ex sindaco Mario...

In merito alla nota degli ex consiglieri della passata maggioranza Del Prete, Giuliani, Sofi e Rossi che, insieme agli ex della minoranza Del Brusco e Gessi, appoggiano la candidatura a sindaco di Emanuele Girolami, interviene l’ex sindaco Mario Cacciotti.

“Ancora una volta mi vedo costretto a puntualizzare e chiarire alcune cose. Ai quattro consiglieri – dice Cacciotti riferendosi agli ex sostenitori della sua Amministrazione che si erano in ultimo alleati con la minoranza per far cadere il suo Governo – che ora magnificano le capacità di Girolami, consiglio innanzitutto di ricordare alcune cose sul loro candidato che forse dimenticano. Prima di essere consigliere a Colleferro, Girolami è stato amministratore a Montelanico e in questi anni ne ha cambiati assai di partiti, dimostrando una scarsissima coerenza di fondo. I quattro consiglieri, che non hanno perso tempo a buttare fango sulla mia Amministrazione cui loro stessi hanno contribuito con il loro voto nel corso dei lavori consiliari, ora sostengono le scelte di Girolami e la sua “efficace opposizione” lodandolo per come si è battuto contro alcune passate delibere della mia Amministrazione. Però basta guardare i resoconti dei consigli comunali e, guarda caso, quelle delibere sono state votate anche da loro! Girolami, dicono, “ha contrastato coraggiosamente le numerose varianti al piano regolatore a favore del solito gruppo imprenditoriale vicino all’amministrazione”. Ribadendo la correttezza di ogni delibera da noi proposta e votata, mi domando pure: ma quell’imprenditore di cui parlano, non è per caso quello con cui giocava sempre a calcetto Sofi?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parlano poi delle battaglie per assicurare l’acqua potabile. Noi, invece delle parole, abbiamo prodotto fatti: abbiamo aperto un nuovo pozzo e dato il via ai lavori per un altro, riuscendo a farlo, per non pesare sui nostri bilanci, con i soldi della Regione Lazio. E ancora, dicono fallimentare il piano Sloi che ha dato lavoro a circa 600 persone. Giuliani dovrebbe saperlo visto che lavora da quelle parti. Abbiamo sperperato i soldi, ci accusano ora. Ma loro ricordano dove erano quando,insieme, abbiamo votato le delibere necessarie a governare questa città? Noi l’abbiamo fatto con correttezza e nel migliore dei modi possibili, affrontando pure le problematiche che si sono venute a creare a causa di una crisi generale del nostro Paese, mai nascosta o elusa. Come quando si è dovuto affrontare la vendita della Farmacia votato in Consiglio anche dai 4 consiglieri. Sofi e Del Prete allora ne erano convinti, non si sono fatti gli scrupoli di oggi. Strano. Parlano pure di ambiente, come se stesse a cuore solo a loro, ma non rammentano che proprio la mia maggioranza è stata l’unica ad affrontare e avviare il discorso del risanamento, con la bonifica di Arpa1 e Arpa2, mettendo in piedi un percorso necessario a rimediare a un inquinamento di cui non eravamo responsabili. Ma è una cosa che non fa comodo dire. Quanto al progetto dell’Università avevamo già messo 80mila euro nel bilancio e se è saltato tutto è grazie a loro, alla loro sfiducia. Il progetto è stato per forza di cose rinviato. Perderemo tempo, grazie a loro, ma mi conforta sapere che ci sono tanti lavori avviati per la città e quelli non si fermano. Come l’atteso parcheggio su Corso Garibaldi che inizierà proprio tra qualche giorno. E continueremo ad impegnarci di nuovo, recuperando in fretta, se la città ci darà ancora la sua fiducia, che è quella a cui tengo di più. La fiducia dei cittadini è di gran lunga più importante di quella di quattro ex consiglieri infedeli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento