Roma

Colleferro, maretta in Consiglio Comunale; i tre Consiglieri di Forza Italia contro il Sindaco Cacciotti

Sindaco e presidente del Consiglio Comunale di Colleferro, sotto pressione, da parte di tre consiglieri comunali di maggioranza, che hanno costituito il gruppo di Forza Italia, i quali contestato la mancanza di risposte ad interrogazioni e...

Sindaco e presidente del Consiglio Comunale di Colleferro, sotto pressione, da parte di tre consiglieri comunali di maggioranza, che hanno costituito il gruppo di Forza Italia, i quali contestato la mancanza di risposte ad interrogazioni e spiegano la loro assenza dal Consiglio Comunale.

Così, con una lettera pubblica invita al Sindaco: "I sottoscritti Consiglieri Comunali Rocco Soffi, Aldo Giuliani e Antonio Rossi, con particolare riferimento agli ultimi episodi verificatisi nei precedenti Consigli Comunali, e per quanto previsto dagli artt. 52 e 53 del vigente Regolamento del. Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari permanenti, non posso non esimersi dal manifestare la propria ìnsoddisfazione, ed il comportamento scorretto nel profilo politico ed istituzionale, adottato dalla S.V. e dal Presidente del. Consiglio Comunale.

In particolare, sono stati violati ed ignorati i principi elementari della democrazia di una assise cittadina, che opera nel calpestare i più sacrosanti diritti dei Consiglieri Comunali, che rappresentano una parte della stessa popolazione di cui Lei è" Il primo cittadino".

Stante l'esistenza delle ben note vicende all'interno del gruppo PDL di Colleferro, gli scriventi con richieste verbali rivolte al Presidente del Consiglio Comunale, avevano manifestato la volontà della loro non presenza nelle sedute consiliari, accadimento preventivamente concordato con il coordinamento regionale del PdL nella persona dell'Ora. Piso.

Di tale fatto, nessuno si è sentito responsabilizzato di rispettarlo, ed il risultato conseguito è stato quello che tutte le interrogazioni da noi presentate sono state dichiarate decadute.

Le norme suindicate, esistenti nel regolamento, nel prevedere che l'assenza dell'interrogante comporta in ogni caso la dichiarazione, da parte del Presidente, di decadenza dell'interrogazione, ma prevede anche laddove ci sia l'espressa richiesta della risposta scritta, la Gìunta è tenuta a. rispondere entro 20 giorni successivi, e tale risposta deve essere acquisita nella prima seduta consiliare utile, mai ricevuta!?!

Non ci dilunghiamo in altri commenti e fraseggi., che riteniamo del tutto inutili, visto il muro di gomma che avete eretto a protezione della vostra cerchia, ma ci teniamo a notificarLe che, tutte le

interrogazioni saranno nuovamente riformulate e presentate all'Amministrazione Comunale che Lei

"degnamente rappresenta" con ulteriori e nuove integrazioni attinenti l'oggetto in esse specificato. Ci corre altresì, l'obbligo di inforrnar.La che tali atti saranno portati a conoscenza delle competenti Autorità come del. resto, già preannunciato in passato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, maretta in Consiglio Comunale; i tre Consiglieri di Forza Italia contro il Sindaco Cacciotti

FrosinoneToday è in caricamento