Colleferro, troppe le perplessità sulla discarica dopo l'incontro dei 4 Sindaci con Buschini

Di seguito vi pubblichiamo la nota dei 4 sindaci di Valmontone, Colleferro, Paliano e Genazzano post incontro con l’assessore regionale Buschini. La prima cosa che salta agli occhi è l’estremo ritardo con il quale è stata fatta questa nota stampa...

DISCARICA-COLLE-FAGIOLARA

Di seguito vi pubblichiamo la nota dei 4 sindaci di Valmontone, Colleferro, Paliano e Genazzano post incontro con l’assessore regionale Buschini. La prima cosa che salta agli occhi è l’estremo ritardo con il quale è stata fatta questa nota stampa.

Come il 27 c’è stato questo famoso e tanto atteso incontro con l’assessore ed il comunicato arriva solo il giorno dopo alle 18. Con tutte queste ore si sarebbe potuto scrivere un opuscolo e non una semplice nota stampa. Cosa c’è dietro? Il disaccordo tra i quattro sindaci? Altra cosa alquanto strana come mai il super selfiemaniaco sindaco di Paliano non ha postato su facebook la foto dell’incontro con il “suo” assessore regionale? Non è che per caso non c’è andato?

Venendo ad analizzare il contenuto del comunicato scritto in politichese, già fortemente criticato dall’Avv. Emanuele Girolami, per non far capire ai cittadini come stanno le cose veramente, lo stesso sarebbe stato oggetto di feroci critiche dal Sanna consigliere di opposizione di Cacciotti che promise la chiusura, anche quella volta dopo le rassicurazioni regionali, della discarica nel 2011cosi come fece ancor prima Moffa nel 2006. Adesso che succederà se nel 2019 la discarica non verrà chiusa? Come faranno questi quattro sindaci a ripresentarsi davanti agli elettori a chiedere i voti?

Di fatto la verità della notizia che noi abbiamo fatto emergere domenica scorsa con tanto di prove documentali non è stata smentita. La rida ambiente scaricherà a Colle Fagiolara altre 24 mila tonnellate di rifiuti e le due “belle” collinette cresceranno di altri 7 metri. Ai cittadini interessa molto poco che la volumetria complessiva non aumenterà e che soprattutto, si prometta che questi sversamenti siano provvisori, perché forse quando verranno tolti, se mai lo si farà, non saremo più in vita per raccontarvelo. Altra cosa sulla quale ragionare è perché non si fa mensione in questa nota stampa dei 9mila euro al giorno che dovrebbero entrare nelle casse del comune? Cosa c’è dietro?

Gian. Flav.

Di seguito la nota stampa dei quattro sindaci:

Ferma posizione dei Sindaci Sanna, Alfieri, Ascenzi e Latini: questo è quanto stato comunicato all’Assessore Buschini nell’incontro di ieri. I Sindaci puntano al rilancio del territorio. Chiudere con il passato per non continuare a penalizzare i cittadini.

Desideriamo comunicare ai cittadini dei Comuni di Colleferro, Paliano, Genazzano e Valmontone – ma in generale a tutti i cittadini del nostro territorio - che il 27 Ottobre 2016 si è svolto l’incontro con l’ Assessore Regionale ai Rapporti con il Consiglio, Ambiente e Rifiuti Mauro Buschini. Il tema, naturalmente, è stato quello della discarica.

Nei giorni scorsi si è creato un gran polverone sulla determina dirigenziale d’innalzamento temporaneo dell’altezza massima della discarica. Innalzamento temporaneo che,ribadiamo con forza, non influisce minimamente sulle volumetrie complessive del sito, approvate dal Consiglio Comunale di Colleferro nel 2009.

Nell’incontro con l’Assessore Buschini ferma è stata la posizione dei Sindaci Sanna, Alfieri, Ascenzi e Latini: la discarica non si amplia nel perimetro e nelle volumetrie e va chiusa entro il 2019. La necessità primaria è quella di attuare un rilancio del territorio, a partire dalla Selva di Paliano e Mola Piscoli, per attuare questa azione di rilancio del territorio occorre chiudere i ponti con il passato. Un passato fatto di scelte, tra cui quella della discarica e degli inceneritori, che hanno penalizzato lo sviluppo del territorio. È necessario fornire una risposta ai cittadini che risiedono nei pressi della discarica, agli studenti dell’Istituto Superiore I.P.I.A., alla Selva di Paliano, agli imprenditori e lavoratori dello SLOI. Questa è lo sviluppo pulito che auspichiamo come Amministratori.

A seguito dell’incontro con l’Assessore Buschini, la Regione Lazio ha concordato con i Sindaci, in rappresentanza del territorio, una serie di azioni e condizioni:

  • Il limite temporale del 2019 per chiudere definitivamente la discarica, come previsto dal contratto di gestione e consacrato in un futuro atto da fare con la Regione Lazio;
  • La contrarietà a eventuali ampliamenti della discarica fuori dal suo perimetro;
  • La riscossione delle fideiussioni fatte da Lazio Ambiente aventi come garante la Regione Lazio per iniziare ad effettuare il “capping” e la piantumazione di alberi sulle aree più “vecchie” della discarica sin da subito;
  • Un’analisi condotta da almeno due tecnici, uno per la Regione e uno per il Comune, per determinare lo stato della discarica. Lo scopo è di capire come arrivare alla chiusura a livello ambientale migliore per la discarica;
  • L’impegno affinché con la “morte” della discarica rinasca anche la Selva di Paliano facendo entrare anche il Comune di Colleferro nel Monumento Naturale della Selva di Paliano;
  • Gli scarti prodotti dall’impianto Rida Ambiente di Aprilia non arriveranno più da noi, questo con effetto immediato sin da subito
  • L’impiantistica del territorio servirà solo per il territorio.

Diversamente da quello che si vuol far credere, le amministrazioni comunali stanno lavorando per fare gli interessi dei cittadini. Fondamentali saranno la collaborazione con gli esperti e la Regione Lazio per chiudere la discarica nel modo migliore. In questa fase di transizione è necessario definire la realizzazione di bacini territoriali autosufficienti dal punto di vista della gestione dei rifiuti e orientati al recupero di materia. Anche se non sono direttamente i nostri scarti a finire fuori Regione è inaccettabile portarli da un’altra parte, dove ci sono altri cittadini come noi che vivono il medesimo disagio.

Queste semplici verità le spiegheremo presto nelle piazze e nei luoghi istituzionali locali.

In generale una certezza: la discarica chiude prima del 2019.

Davanti a tutto ci sono gli interessi dei cittadini, la loro salute e la qualità di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

F.to i Sindaci di Colleferro, Paliano, Genazzano e Valmontone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento