Ferentino, doveroso omaggio ad un uomo caduto in missione di Pace così il Sindaco Antonio Pompeo

A dieci anni della sua scomparsa del Maresciallo Capo Simone Cola,  l’omaggio all’elicotterista da parte del 1º Reggimento di sostegno AVES "Idra" con sede a Bracciano, con l’esposizione, nella piazza antistante al Martino Filetico, di un...

10°Commemorazione Simone Cola_00

A dieci anni della sua scomparsa del Maresciallo Capo Simone Cola, l’omaggio all’elicotterista da parte del 1º Reggimento di sostegno AVES "Idra" con sede a Bracciano, con l’esposizione, nella piazza antistante al Martino Filetico, di un elicottero, del tipo utilizzato dal maresciallo Cola.

Nel civico cimitero di Ferentino, la deposizione di una corona al monumento ai Militari Caduti di tutte le Guerre con la partecipazione del comandante del reggimento IDRA, colonnello Antonio Quagliarella, numerosi ufficiali e militari, in rappresenta dell’arma dei Carabinieri, il Capitano Meo e Maresciallo Alborino, picchetto d’onore e Associazioni d’arma. Dopo la santa messa, nella chiesa di san Francesco, l’intervento musicale della Banda dei Granatieri, l’apertura della mostra fotografica.

Nel salone di rappresentanza del Liceo Martino Filetico, il saluto del sindaco Antonio Pompeo, del colonnello Quagliarella, la relazione della professoressa Biancamaria Valeri, l’intervento della signora Alessandra Cellini.

Il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo: Un doveroso omaggio a un uomo caduto in missione di pace, un eroe attuale, esempio moderno per tutti noi, una partecipata e commossa cerimonia, occasione per mantenere vivo il ricordo di tutti coloro che hanno contribuito a tenere alto l’ideale di pace e solidarietà tra i popoli. Il maresciallo capo Simone Cola è stato giustamente definito “un costruttore di pace, la cui vita è stata spezzata da chi la pace non la vuole e per questo ignobile scopo semina disordine, paura e morte”. Ancora oggi Ferentino, le istituzioni, tutta la comunità, le Forze Armate, le Associazioni d’Arma, in particolare il suo reparto e i suoi compagni e amici, si stringono attorno alla famiglia in segno di grande e commosso riconoscimento.

Il saluto di Alessandra Cellini in Cola: II 21 gennaio 2005 veniva a mancare il Maresciallo Capo Simone Cola, mio marito, il papà di Giorgia. Inutile nascondere che questa grave disgrazia pesa ancora sulla mia anima. Simone era un soldato innamorato del suo lavoro, un militare dagli alti valori, un marito d'oro. La sua esistenza è stata consacrata interamente alla sua professione e alla famiglia. La prima giovinezza trascorsa fra gli studi, il servizio militare, il concorso Sottufficiali, l'assegnazione al l° reggimento "Idra" dell'Aviazione Leggera dell'Esercito, il nostro matrimonio qui a Ferentino, il trasferimento nella città di Viterbo, una vita da condividere e poi la missione in Iraq. Sono certa che la Sua memoria rimarrà eterna e incancellabile nell'animo di tutti coloro i quali lo hanno conosciuto, spero di cuore che il suo esempio possa essere di guida a tutti gli uomini che si prefiggono come meta dei loro impegni e dei loro sforzi la passione, la rettitudine e l'onestà. Il mio pensiero deferente va a tutti i militari e civili caduti nelle missioni di pace. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile l'organizzazione di questa commemorazione. Le Autorità civili e militari, l'Amministrazione e il Comune di Ferentino, che ha patrocinato l'iniziativa, la Banda dei "Granatieri di Sardegna" e tutti i cittadini che hanno onorato con la loro presenza questa cerimonia. II mio più caro ringraziamento va infine al Colonnello Quagliarella, Comandante del 1 ° reggimento "Idra", alla prof.ssa Biancamaria Valeri, dirigente scolastico dell'Istituto "Martino Filetico", alla dottoressa Di Nunzio, Comandante dei Vigili Urbani di Ferentino, ai cari amici Giulio e Vincenzo, ad Annamaria e Claudio. Grazie di cuore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento