Lunedì, 18 Ottobre 2021
Roma Fiuggi

Fiuggi, nuovi studi scientifici confermano efficacia di Acqua Fiuggi contro le patologie renali

Nell’ultimo anno sono state realizzate nuove sperimentazioni scientifiche su Acqua Fiuggi condotte presso tre prestigiose università italiane: Firenze, Milano e Parma.

Nell'ultimo anno sono state realizzate nuove sperimentazioni scientifiche su Acqua Fiuggi condotte presso tre prestigiose università italiane: Firenze, Milano e Parma.

La prima ricerca, condotta dalla Dr.ssa Serena Materazzi e altri ricercatori del Dipartimento di Scienze della Salute dell'Università di Firenze, diretto dal Prof. Pierangelo Geppetti, fornisce nuove e innovative evidenze sull'efficacia di Acqua Fiuggi nel ridurre il rischio di calcolosi urinaria. Lo studio ha dimostrato, infatti, che alcune sostanze vengono rilasciate nell'uretere (il condotto che collega il rene alla vescica, nel quale possono transitare, depositarsi o formarsi i calcoli) in risposta al passaggio di urine "leggere" e che queste sostanze provocano la dilatazione delle pareti dell'uretere stesso. L'effetto di Acqua Fiuggi è quello di produrre queste urine "leggere" e dunque stimolare le cellule muscolari a rilassarsi, dilatando l'uretere; questa condizione di rilassamento e dilatazione favorisce l'espulsione di calcoli di piccole dimensioni.

Se la prima ricerca ci fornisce delle conferme, il secondo studio, condotto dal Prof. Francesco Scaglione (Dipartimento di Biotecnologia Medica e Medicina Traslazionale dell'Università degli Studi di Milano) apre una nuova prospettiva nella gestione dell'iperuricemia. I dati emersi dalla ricerca dimostrano che Acqua Fiuggi riduce i livelli di acido urico nel sangue e previene le alterazioni renali causate da questa sostanza. Oggi l'iperuricemia è un tema di grande interesse medico in quanto è stato dimostrato come elevati livelli di acido urico possano essere considerati un fattore indipendente di rischio cardiovascolare, oltre che essere associati allo sviluppo della malattia renale cronica e del diabete.

Il terzo studio, portato avanti dal Dr. Antonio Nouvenne (Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'Università di Parma) ha dimostrato i benefici di Acqua Fiuggi nell'aumentare l'escrezione urinaria di acido urico, riducendo così il rischio di calcoli renali prodotti da questa sostanza. L'acido urico è una molecola di origine naturale che si forma a seguito del metabolismo delle proteine, la cui concentrazione nelle urine porta alla creazione di cristalli che poi formano il calcolo. I risultati mostrano come dopo solo 3 giorni di assunzione di Acqua Fiuggi si determina un significativo calo della quantità di acido urico nelle urine.

A partire dai primi giorni di Marzo e per 3 mesi, queste importanti novità saranno comunicate a più di ottantamila medici sparsi sul territorio nazionale attraverso un' articolata campagna di comunicazione che avrà lo scopo di aggiornare la comunità medica sulle nuove evidenze scientifiche di Acqua Fiuggi.

Queste nuove evidenze potranno fornire ai medici nuove motivazioni per consigliare Acqua Fiuggi ai loro pazienti, e potranno contribuire a quella crescita necessaria allo sviluppo del nostro territorio, che è la vera missione di Acqua Fiuggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiuggi, nuovi studi scientifici confermano efficacia di Acqua Fiuggi contro le patologie renali

FrosinoneToday è in caricamento