Roma

Frosinone, Multiservizi: piccoli passi in avanti ma urge intervento regionale

Il tavolo in Prefettura ha confermato la necessità di approntare una soluzione immediata, da parte della Regione, per i 90 esuberi emersi dall’analisi del piano industriale.

Il tavolo in Prefettura ha confermato la necessità di approntare una soluzione immediata, da parte della Regione, per i 90 esuberi emersi dall'analisi del piano industriale. Inoltre, l'amministrazione provinciale ha evidenziato come l'assunzione delle proprie 50 unità lavorative nella nuova società sia legata all'affidamento del servizio di manutenzione stradale che, attualmente, viene gestito non dalla Regione, bensì dalla società Astral, che non è parte del tavolo.

Anche la possibilità di far subentrare la società in house dell'amministrazione provinciale (Apef) non sembra sia percorribile per una serie di difficoltà tecniche e giuridiche.

La Regione Lazio, tramite i tecnici dell'assessorato al lavoro, ha ammesso che il proprio contributo non supererebbe, comunque, la mobilità fino al 2014, non potendo garantire neppure un numero di esuberi di tale consistenza.

E' chiaro che nessun piano industriale che abbia un minimo di serietà possa fermarsi al 2014 e, soprattutto, nessun piano industriale sostenibile può vincolato alla presenza di ammortizzatori sociali di breve respiro.

L'amministrazione comunale di Frosinone, in attesa di sviluppi certi circa il reale coinvolgimento degli altri enti, a cominciare dall'amministrazione regionale, non può portare avanti proroghe indeterminate dell'affidamento dei servizi alle cooperative e, dunque, sarà costretta ad ultimare le procedure di esternalizzazione degli stessi, se non dovessero arrivare segnali nuovi ed effettive coperture finanziarie e lavoristiche, per gli esuberi, proprio dalla Regione Lazio.

Multiservizi, riunione in Prefettura. Buschini: "Una tappa importante per la soluzione della vicenda".

A margine della riunione svoltasi questa mattina Venerdì 9 Agosto presso la Prefettura di Frosinone sulla vicenda Multiservizi, il consigliere regionale Mauro Buschini ha dichiarato: "La riunione odierna rappresenta una tappa importante per la soluzione della vertenza Multiservizi. Ci siamo aggiornati al 26 agosto per dare ulteriore tempo al Comune di Frosinone di risolvere i problemi di natura tecnica evidenziati nel corso della riunione. Voglio ringraziare l'Assessore Regionale al Lavoro, che ha ribadito anche oggi, tramite il Capo Segreteria Dott. Caligiuri, la piena disponibilità a mettere a disposizione le risorse necessarie per risolvere positivamente questa delicata vertenza. Per quanto mi riguarda, avendo partecipato a diverse riunioni ed avendo dato il mio contributo alla definizione della proposta che la Regione ha avanzato, ritengo che la soluzione della nascita di una nuova società sia la migliore e mi auguro che si arrivi al più presto a questa conclusione (la cosiddetta soluzione A), in grado di riassorbire la gran parte dei lavoratori. In ogni caso, visto che il Comune di Frosinone ha avviato la procedura per la pubblicazione dei bandi di affidamento dei servizi, credo che sia giusto ed opportuno che l'Ente avvii al più presto una concertazione sindacale per la loro definizione, affinché contengano garanzie di salvaguardia per i lavoratori della multiservizi. Voglio, infine, ringraziare la Prefettura per il prezioso lavoro di coordinamento e per l'autorevole esortazione rivolta a tutte le istituzioni a trovare una soluzione concreta e dignitosa per i lavoratori e per le loro famiglie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, Multiservizi: piccoli passi in avanti ma urge intervento regionale

FrosinoneToday è in caricamento