Martedì, 26 Ottobre 2021
Roma Alatri

Frosinone, per un furto di 50 euro di alimentari coppia di pregiudicati alatrensi finiscono agli arresti domiciliari

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Frosinone, nel pomeriggio del 4 ago u.s. nell’eseguire un controllo all’esterno di un centro commerciale del capoluogo sorprendevano due coniugi abitanti nel limitrofo comune di Alatri,

I Carabinieri del NORM della Compagnia di Frosinone, nel pomeriggio del 4 ago u.s. nell'eseguire un controllo all'esterno di un centro commerciale del capoluogo sorprendevano due coniugi abitanti nel limitrofo comune di Alatri, che avevano poco prima asportato ad un locale supermercato della merce del valore complessivo di euro 50,00 circa, nascondendola all'interno di una tracolla. Successivi controlli sul loro conto, consentivano di accertare che l'uomo era sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo di dimora nel comune alatrense, mentre la donna era sottoposta al regime della detenzione domiciliare per atra causa.

Pertanto i due avendo commesso il reato di furto mentre erano sottoposti ai citati regimi restrittivi della libertà personale, venivano tratti in arresto e posti agli arresti domiciliari. L'udienza di convalida celebrata nella giornata di ieri convalidava gli arresti. La refurtiva, interamente recuperata, veniva restituita agli aventi diritto.

Il 4 agosto 2014, i carabinieri della Stazione di Supino, hanno eseguito un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale per i Minorenni di Roma, che concordava a pieno con risultanze investigative del personale operante, traendo in arresto un minore di nazionalità marocchina, riconosciuto quale autore di una rapina perpetrata ai danni di un suo connazionale anch'esso minore. In particolare il 22 luglio u.s. in Supino, il predetto, armato di coltello, minacciava il connazionale costringendolo a farsi consegnare la somma contante di euro 50,00. Il giovane è stato posto all'obbligo della permanenza domiciliare.

Nel tardo pomeriggio di ieri, i militari della Stazione di Ripi, al termine di attività info-investigativa deferivano in stato di libertà un 28 enne di nazionalità marocchina che, in un noto bar di quel centro, approfittando della distrazione del proprietario, si impossessava di un telefono cellulare di ultimissima generazione. I militari operanti, acquisita la notizia, dopo aver svolto accurate indagini tecniche, risalivano all'autore che, sottoposto a perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso dell'oggetto, che veniva restituito al legittimo proprietario.

Nei giorni scorsi, in Frosinone, i Carabinieri della stazione di Frosinone Scalo, a conclusione di mirata attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà un 22 enne del luogo per il reato di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Il personale operante nel corso di una perquisizione domiciliare, rinveniva e sequestrava nella sua camera da letto sostanza stupefacente del tipo marijuana già essiccata, del peso di gr.1,28 e nello scantinato sottostante analoga sostanza consistente in quattro piante rispettivamente alte circa mt. 1,16, cm.66, cm.56 e cm.53, tutte contenute in un vaso di plastica, unitamente a diversi materiali atti alla coltivazione.

I Carabinieri della locale Stazione di Amaseno, nel corso di mirata attività antidroga, deferivano in stato di libertà un 28enne del luogo già censito. Lo stesso, nel corso di una perquisizione domiciliare, veniva sorpreso mentre annaffiava nr. 2 piante di "marijuana" alte circa 1,3 metri che aveva personalmente piantato in un area boschiva adiacente l'abitazione. Lo stupefacente veniva posto sotto sequestro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, per un furto di 50 euro di alimentari coppia di pregiudicati alatrensi finiscono agli arresti domiciliari

FrosinoneToday è in caricamento