Frosinone, problematiche incrocio Asi riattivate le procedure per i lavori

In merito alle criticità che presenta l’incrocio semaforico sull’Asse Attrezzato di Frosinone e alla luce dei numerosi episodi di incidenti stradali, la Provincia ha provveduto a riattivare le procedure, non portate a termine negli anni scorsi...

Palazzo Provincia-2

In merito alle criticità che presenta l’incrocio semaforico sull’Asse Attrezzato di Frosinone e alla luce dei numerosi episodi di incidenti stradali, la Provincia ha provveduto a riattivare le procedure, non portate a termine negli anni scorsi, per richiedere lo studio finalizzato ad analizzare l’attuale stato delle infrastrutture viarie e fornire le soluzioni utili ad assicurare livelli di sicurezza maggiori per i tanti cittadini e automobilisti che percorrono quotidianamente il tratto.

Attraverso lo studio si individuerà quale possa essere l’intervento più funzionale per la tipologia di incrocio e il flusso di traffico presente.

All’esito delle analisi, passaggio propedeutico ma essenziale, la Provincia di Frosinone provvederà a individuare le risorse necessarie, tenendo conto del momento di difficoltà economica e condividendo sia lo studio che l’intervento con i Comuni interessati, le associazioni categoria, il Consorzio Asi e la Regione Lazio: stesso modello operativo, di collaborazione e confronto con gli Enti interessati, già utilizzato per altri lavori sulla viabilità a servizio delle aree industriali.

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PATRICA CHIEDE UNA ROTATORIA NEI PRESSI DELL’INCROCIO SEMAFORICO DELL’ASSE ATTREZZATO.

Durante il Consiglio Comunale del 17 Marzo, il Sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio ha invitato i Consiglieri di Maggioranza e di Minoranza a condividere e firmare una lettera nella quale si richiede alle Amministrazioni competenti di intervenire sulla pericolosità dell’incrocio dell’Asse Attrezzato.

Il documento è stato inviato questa mattina al Presidente della Provincia, al Dirigente Provinciale del Settore Unità di Progetto tutela del territorio e viabilità e per conoscenza al Prefetto, al Sindaco di Frosinone e al Presidente dell’Asi.

“ In data 29 Febbraio 2016, presso l’incrocio semaforico sito in zona Asi (Asse Attrezzato - Asi), nel territorio comunale di Frosinone, ha avuto luogo l’ennesimo gravissimo incidente stradale nel quale è rimasto vittima un padre di famiglia residente nel nostro Comune.

In occasione di questo grave evento – scrive il Sindaco - tutta l’Amministrazione Comunale, Sindaco, Consiglieri di Maggioranza e Consiglieri di Minoranza, ritengono necessario sollecitare importanti ed immediati interventi di messa in sicurezza di un’Area già tristemente nota in quanto interessata da continui e tragici sinistri stradali.

I firmatari del presente documento, ritengono sia opportuno richiedere alle Amministrazioni competenti un intervento, non solo a tutela dei propri cittadini, che quotidianamente attraversano numerosi quell'incrocio, ma per la stessa sicurezza della viabilità che viene a mancare ogni qualvolta si verifica il malfunzionamento dell’impianto semaforico.

Alla luce di quanto descritto, gli stessi propongono la realizzazione di una rotatoria in sostituzione dell’attuale impianto semaforico e/o che si provveda allo studio ed alla realizzazione di un progetto finalizzato alla risoluzione della illustrata questione.”

Il Sindaco dichiara: << Siamo convinti che dopo questa ennesima tragedia verranno predisposte tutte le misure cautelative per la risoluzione di questa importante problematica.>>

POMPEO: “LA PROVINCIA E’ PRONTA A FARE LA SUA PARTE PER VINCERE LA “SFIDA DELLE SFIDE” PROPOSTA DA CASINELLI”

La Provincia di Frosinone è pronta a fare la sua parte per vincere la “sfida delle sfide”, come l’ha definita il presidente di Federlazio Alessandro Casinelli: quella del rilancio economico e produttivo di questo territorio.

E’ quanto afferma il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo.

“L’indagine congiunturale sulle piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura del sistema produttivo territoriale, ci dice che la crisi non è ancora passata, che soffrono le aziende ma soffre soprattutto l’occupazione, che è il maggiore problema che vive la nostra provincia”.

“Come uscirne? Non lo si può fare con misure ordinarie, ma attraverso strumenti innovativi che permettano alle aziende di investire in maniera vantaggiosa in questa provincia”.

“Negli ultimi giorni sono state messe sul piatto diverse proposte: dall’istituzione dell’Area di Crisi complessa alla Zona economica speciale. Tutto bene, però occorre passare dalle parole ai fatti. Non si può aspettare che le soluzioni vengano calate dall’alto, questo territorio deve avere la forza e la volontà per proporre e ottenere strumenti innovativi di politica economica”.

“Come farlo? Sedendoci tutti insieme attorno ad un tavolo: rappresentanti istituzionali, enti locali, associazioni di categoria e sigle sindacali e costruendo questo modello “Frosinone” appetibile per le imprese. Se Fca ha deciso di investire in maniera importante sullo stabilimento di Piedimonte San Germano, vuol dire che a questo territorio crede, perché anche il territorio ha dimostrato di essere credibile. La Provincia, per esempio, ha fatto il suo dovere di avviare la riqualificazione del sistema viario attorno al sito e altri progetti sono in cantiere”.

“Siamo ad un crocevia importante per agganciare la ripresa, stimolare il sistema produttivo locale e, utilizzando gli strumenti del jobs act, creare occupazione. Anche alla luce delle risorse che sta mettendo in campo la Regione Lazio e che necessitano di un territorio che sappia progettare in modalità “area vasta”.

“Nello stesso tempo, attenzione anche a coloro che sono più in difficoltà per la perdita del lavoro e per l’uscita prossima dal paracadute degli ammortizzatori sociali: i lavoratori non vanno lasciati da soli. Per lunedì prossimo, 21 marzo, alle ore 18,30, ho convocato i sindaci e le sigle sindacali proprio per discutere di tale problematica, all’esito della prima riunione del tavolo lavoro e sviluppo istituito presso la Regione Lazio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento