Ldm Colleferro Rugby 1965 (serie B), Granatelli pensa già al Paganica: «Avversario dinamico»

La Ldm Colleferro Rugby 1965 si lecca le ferite dopo la sconfitta per 43-10 subita a Messina. Un match che secondo il coach (nonché direttore del rugby del club rossonero) Giampietro Granatelli è stato sicuramente condizionato dalle troppe assenze...

granatelli-al-centro

La Ldm Colleferro Rugby 1965 si lecca le ferite dopo la sconfitta per 43-10 subita a Messina. Un match che secondo il coach (nonché direttore del rugby del club rossonero) Giampietro Granatelli è stato sicuramente condizionato dalle troppe assenze in casa colleferrina.

«Al di là delle difficoltà logistiche, siamo andati in Sicilia con una formazione ampiamente rimaneggiata e imbottita ancor più di giovani rispetto al già "verde" organico a nostra disposizione. Ma i ragazzi hanno fatto comunque una discreta prestazione: di fronte c'era un avversario che puntava tantissimo a riscattarsi dopo la sconfitta pesante di Civitavecchia e giocando in casa ha dato tutto. Noi siamo stati anche in partita fino a un certo punto, poi una meta subita ci ha condizionato mentalmente e a quel punto la gara è praticamente finita». Le note positive arrivano proprio da tre giovanissimi. «Hanno fatto l'esordio assoluto in serie B sia Marino che Gabrielli e pure Calabrò. Siamo felici di poter lanciare ragazzi cresciuti nel vivaio della Ldm Colleferro Rugby 1965» rimarca Granatelli che poi getta lo sguardo avanti, vale a dire al match interno di domenica contro il Paganica. «Sicuramente recupereremo qualche giocatore che è stato indisponibile nella trasferta di Messina – spiega il coach rossonero – Di fronte avremo un avversario dinamico, con un organico giovane, ma certamente più esperto del nostro per la categoria. Una squadra che si esprime bene soprattutto in casa e che comunque gioca un rugby di ritmo, ma noi siamo pronti a fare un buon match e a cercare di migliorare ancora la nostra classifica». Che, comunque, secondo Granatelli è in linea con le aspettative. «Abbiamo sempre detto che l'obiettivo primario di questa stagione era quello di far crescere i nostri ragazzi. Ovviamente vogliamo mantenere la categoria e sono fiducioso che la squadra possa ottenere questo traguardo. Magari nel corso del tempo potremo anche puntellare la rosa, ma al momento sono molto contento di come si stanno impegnando i ragazzi nel quotidiano».

Infine la Ldm Colleferro Rugby 1965 sarà club di riferimento per l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Motorie nella formazione degli studenti tirocinanti per l'insegnamento del rugby. A tal proposito già da questa settimana gli studenti che svolgeranno ore di tirocinio saranno presenti in affiancamento ai tecnici sotto l'attenta guida del direttore del rugby professor Giampietro Granatelli. Formazione e confronto sono elementi inequivocabili per un club sportivo che si prefigge obbiettivi di coltivare la crescita di bimbi e ragazzi in un ambiente dove sport e scuola devono rappresentare l'unica strada per formare gli uomini del prossimo futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento