menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Olevano Largo Nassirya 83

Olevano Largo Nassirya 83

Olevano Romano, inaugurato Largo Caduti di Nassirya con stele e Concerto della Banda dell’Arma dei carabinieri

"La legalità e la pace non possono essere proclamate solo a parole: vanno costruite con i fatti. Spetta a tutti noi rendere veri quei valori ogni giorno attraverso la solidarietà e l’impegno nella consapevolezza di quanti hanno sacrificato la loro...

"La legalità e la pace non possono essere proclamate solo a parole: vanno costruite con i fatti. Spetta a tutti noi rendere veri quei valori ogni giorno attraverso la solidarietà e l'impegno nella consapevolezza di quanti hanno sacrificato la loro vita per consentire a noi di vivere in pace".

Cosi il giovane sindaco Avv. Marco Mampieri nella cerimonia in ricordo delle vittime dell'eccidio di Nassirya in Iraq avvenuto 13 anni fa, alla quale hanno partecipato le vedove Sig.re: Trincone, Fregosi e Merlino, Il Col. Gregorio De Marco (Vice Comandante Regionale Carabinieri Lazio), Il Col Luciano Magrini, (Comandante Compagnia Gruppo Frascati), Cap. Arcangelo Maiello (Comandante Compagnia di Palestrina), Col. Roazzani (Croce Rossa Italiana). Tutti i comandanti di Stazione della Compagnia guidati dal Maresciallo Coviello e soprattutto i ragazzi delle elementari della cittadina ai quali le insegnanti hanno fatto studiare la storia recente e che hanno fatto dei disegni donati alla tre vedove. Presenti inoltre le associazioni in Armi della zona, la Croce Rossa e la Protezione Civile di Olevano Romano.

La stele è sta realizzata dal Vice Brigadiere in pensione Luigi Salvati in collaborazione con la signora Andreina Milana è stata benedetta dal Cappellano Militare Mons. Donato Palmenteri.

E' toccato al Cap. Maiello ricordare l'eccedio, poi l'intervento del Sindaco, che ha parlato a nome degli altri colleghi e della città di Olevano romano che ha ricordato come: " richiamare alla mente il prematura sacrificio delle nostre vittime, ci aiuta a ricordare, in ogni nostro gesto, che la memoria di chi ha dato la vita per il nostro paese non appartiene alle Forze Armate , né alle istituzioni, né ad una parte politica, ma è patrimonio indissolubile dell'intera comunità".

Il Presidente Sottotenete Francesco Lucidi ( presidente Associazione Carabinieri Olevano) con la quale ha fortemente voluto questa manifestazione ha invece tenuto a ricordare l'impegno profuso dalla sua sezione, in collaborazione con il Comune per reperire l'area e far nascere questo largo a perenne ricordo degli eroi di Nassyria.Poi il Col. De Marco ha riferito che: "i Carabinieri e quanti sono caduti hanno innalzato il tricolore con la loro vita impegnati in missione di pace", ricordando i principi dei carabinieri sempre vicino alla gente.

Il Maresciallo Giovanni Coviello ha letto la preghiera del Carabiniere. Poi è stata letta una poesia, scritta nel lontano 2003 e infine i pensieri degli scolari che hanno davvero toccato tutti, con la loro spontaneità, poi tutti in piazza per lo strepitoso concerto della Banda dei Carabinieri, lungamente applaudito che si è chiuso con Inno nazionale.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento